La grande vetrina degli operatori

Turismo montano, l’alto Garda gioca le sue carte nella Borsa di Riva

23/09/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Si chi­ude oggi al Palafiere di Riva la Bor­sa inter­nazionale del tur­is­mo mon­tano. Gli espos­i­tori, che si sono pre­sen­tati in questo fine set­ti­mana all’ap­pun­ta­men­to bena­cense con il tur­is­mo, sono oltre 120, in gran parte (almeno 80) prove­ni­en­ti da Pae­si europei (com­pre­sa la Rus­sia) e dal Giap­pone. Gli altri espos­i­tori sono ital­iani e — tra questi — si reg­is­tra anche la sig­ni­fica­ti­va pre­sen­za altog­a­rde­sana, com­pos­ta dal Con­sorzio «Riv­iera dei Limoni», che rag­grup­pa gli alber­ga­tori del Gar­da bres­ciano, e dal­la Comu­nità mon­tana , che com­prende i comu­ni che si esten­dono tra Salò e Limone, com­pre­si Valvesti­no e Mag­a­sa. Pre­sen­ze sig­ni­fica­tive, quin­di, che ieri mat­ti­na han­no vis­to in cam­po due delle realtà più inter­es­san­ti del­la spon­da bres­ciana del Bena­co: il Caseifi­cio sociale «Alpe del Gar­da» di Tremo­sine, ven­t’an­ni di espe­rien­za alle spalle, con pro­duzione di bur­ro, for­mag­gi vari e lat­tici­ni, affi­an­ca­to dal­l’Oleifi­cio di Tig­nale che, da qualche anno a ques­ta parte, lavo­ra olive per la pro­duzione di olio bio­logi­co. Due espe­rien­ze che non han­no eguali sul­l’al­to Gar­da bres­ciano e che stan­no offren­do sod­dis­fazioni a chi ha cre­du­to a queste scelte. Fab­rizio Bon­tem­pi, asses­sore al Tur­is­mo del Comune di Tig­nale, è con­vin­to del­l’op­por­tu­nità del­la pre­sen­za, per­ché «parte­ci­pare è sem­pre utile e ques­ta inizia­ti­va, pur essendo solo alla sec­on­da edi­zione, potrebbe avere svilup­pi impor­tan­ti. Le due realtà che rap­p­re­sen­tano il Gar­da occi­den­tale han­no offer­to degus­tazioni di olio e for­mag­gio. E’ sta­to dis­tribuito mate­ri­ale pro­mozionale, mes­so a dis­po­sizione dal­la Comu­nità mon­tana Par­co del­l’Al­to Gar­da, e video­cas­sette che met­tono al cen­tro del­l’at­ten­zione il Gar­da, e che spie­gano come il lago abbia un entroter­ra inter­es­sante, che offre pos­si­bil­ità di prati­care sport quali la moun­tain bike, il trekking, l’alpinismo». La sec­on­da edi­zione del­la man­i­fes­tazione rivana vede la Rus­sia come nazione ospite d’onore. Nel­la del­egazione del Paese del­l’Est è pre­sente il vicem­i­nistro del Tur­is­mo, Alexan­der Sorokin, accom­pa­g­na­to sia da respon­s­abili del tur­is­mo e del com­mer­cio, che dal vice­gov­er­na­tore del Dagh­es­tan. Non man­cano, a fian­co del­la del­egazione, tour oper­a­tor che inten­dono appro­fondire le pos­si­bil­ità di col­lab­o­razione con l’I­talia. A sostenere la man­i­fes­tazione del­la cit­tad­i­na altog­a­rde­sana c’è anche la col­lab­o­razione con il Film­fes­ti­val Inter­nazionale del­la Mon­tagna ed Esplo­razione «Cit­tà di Tren­to» e altre inizia­tive di carat­tere gas­tro­nom­i­co, legate sem­pre alla montagna.

Parole chiave: