Il presidente degli albergatori Lorenzini: «Prezzi competitivi e tanto intrattenimento i segreti del successo»

Turismo, un’estate alla grande

Di Luca Delpozzo

Una sta­gione tur­is­ti­ca otti­ma sec­on­do Giuseppe Loren­zi­ni, pres­i­dente dell’Unione garde­sana alber­ga­tori verone­si (Ugav), l’associazione che con­ta oltre tre­cen­to strut­ture ricettive pre­sen­ti sul­la Riv­iera degli Olivi. In atte­sa di conoscere i dati uffi­ciali del movi­men­to tur­is­ti­co sul Gar­da a tut­to set­tem­bre (anco­ra in fase di elab­o­razione da parte dell’Azienda di pro­mozione tur­is­ti­ca numero 12) diven­ta quin­di inter­es­sante sen­tire un pri­mo bilan­cio dal­la voce del mas­si­mo rap­p­re­sen­tante del­la più impor­tante asso­ci­azione di cat­e­go­ria lacus­tre. «È anda­ta alla grande fino ai pri­mi di otto­bre, con gli ulti­mi giorni a cav­al­lo di set­tem­bre e otto­bre sostenu­ti dal­la fiera del mar­mo. Inoltre molti tedeschi han­no approf­itta­to del lun­go ponte per l’unità del­la Ger­ma­nia per ritornare sul Benà­co. Purtrop­po la piog­gia e il brut­to tem­po han­no accel­er­a­to la parten­za degli stranieri e più di una preno­tazione è salta­ta. In prat­i­ca, abbi­amo per­so tut­to il mese. Questo non deve però far dimen­ti­care quan­to rac­colto prece­den­te­mente, tan­to che a con­ti fat­ti pen­so pro­prio che alla fine dell’anno reg­istr­ere­mo i risul­tati già record del 1999, chiu­so con otto mil­ioni e 200 mila presenze.