Centocinquanta figuranti in costume d’epoca. Dalla lettiga dei Vigili del fuoco al calesse dei duchi Gonzaga

«Tutti in carrozza»: sfila il trasporto antico

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
m.to. s.m.

Gli orga­niz­za­tori ed un esper­to ne par­lano in ter­mi­ni entu­si­as­ti­ci, per­ché pri­ma d’ora mai si era rius­ci­ti a radunare sulle rive del Gar­da decine di car­rozze e calessi d’epoca e met­tere in sce­na oltre 60 cav­al­li, 2 asi­ni e altret­tan­ti buoi e più di 150 fig­u­ran­ti con indos­so cos­tu­mi di fine Otto­cen­to. E’ il car­net del­la grandiosa man­i­fes­tazione, che rie­vocherà il trasporto di fine ‘800, allesti­ta dal grup­po fol­cloris­ti­co «» con la con­sulen­za di Ser­gio Dos­si, noto collezion­ista di veicoli e car­rozze d’epoca. Per un intero giorno, quin­di, Desen­zano e Riv­oltel­la faran­no un tuffo indi­etro di oltre un sec­o­lo con una scenografia da film.I vis­i­ta­tori, anziché sfogliare le pagine di un libro illus­tra­to, potran­no assis­tere ad una passerel­la in cui ver­ran­no mostrate le modal­ità del trasporto delle mer­ci e delle per­sone con traino di cav­al­li pri­ma dell’avvento del motore. Tra le trenta car­rozze e dili­gen­ze, ci sarà anche una let­ti­ga per trasporto infer­mi di pro­pri­età dei Vig­ili del Fuo­co di Man­to­va, gen­til­mente con­ces­sa alla man­i­fes­tazione garde­sana gra­zie all’interessamento dell’ing. Nico­la Colan­ge­lo. «Sono trenta rota­bili – spie­ga Ser­gio Dos­si – di eccezionale val­ore stori­co, degli aut­en­ti­ci gioiel­li d’epoca». Infat­ti, Dos­si è sta­to impeg­na­to per qua­si 2 anni alla ricer­ca delle car­rozze più affasci­nan­ti e antiche, giran­do in lun­go e in largo tut­to il nord Italia: da Mon­selice a Voghera, da Tre­si­gal­lo a Guastal­la, da Desen­zano a Mod­e­na, a Lona­to, a Carpen­do­lo e Poz­zolen­go. Ci saran­no una dili­gen­za postale, una car­roz­za patrizia appartenu­ta ai Gon­za­ga di Man­to­va, un’altra per la cac­cia alla volpe, e via via i mezzi del tem­po per il trasporto di fru­men­to e generi ali­men­ta­ri. Infine, sfil­erà per le vie di Desen­zano anche una car­roz­za traina­ta da sei splen­di­di cav­al­li lip­iz­zani: per gli aman­ti dell’attività equestre questo nome incute ammi­razione. Come si dice­va, scen­der­an­no in piaz­za anche 150 per­son­ag­gi in cos­tume d’epoca.Sarà un’occasione irripetibile per vedere sfi­lare dei pezzi uni­ci, che da anni non «mas­ti­cano» la stra­da, con l’entusiasmo e l’attenzione che si è abit­uati a met­tere nelle sfi­late delle auto­mo­bili d’epoca, un modo del tut­to orig­i­nale per trascor­rere un saba­to pomerig­gio sulle rive del lago.m.to.Il pro­gram­ma del­la sfi­la­ta delle car­rozze prevede alle 16 la parten­za dal ritro­vo nel­la zona piscine di via Dugazze di Desen­zano; alle 16,45 i car­ri sfil­er­an­no lun­go via San­ta Maria, piaz­za Mat­teot­ti e via Papa per poi sostare in piaz­za Malvezzi.Dopo una tap­pa nel cen­tro stori­co di Riv­oltel­la per le 18.30, la man­i­fes­tazione si con­clud­erà al par­co del­la Torre con risot­to, spiedo e stra­cot­to d’asino con polen­ta il tut­to accom­pa­g­na­to dall’orchestra spet­ta­co­lo «Pao­lo & Ele­na e gli angeli del­la notte».s.m.

Parole chiave: