Gli alberghi ci sono tutti: ma si prenota solo contattandoli direttamente

Tutto il Garda nel sito della Comunità

25/08/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Alto Lago

Vin­cen­zo Ces­chi­ni, vicepres­i­dente del­la Comu­nità del Gar­da, non accetta l’ac­cusa di indeb­i­ta ingeren­za mossa dagli alber­ga­tori a propos­i­to del­la pos­si­bil­ità di preno­tare stanze negli alberghi del baci­no garde­sano uti­liz­zan­do il sito inter­net del­la Comu­nità stes­sa. L’osser­vazione fon­da­men­tale di Ces­chi­ni è che la comu­nità non vende sog­giorni per con­to degli alber­ga­tori, men­tre è vero che, nel rispet­to del­la sua vocazione a rap­p­re­sentare la realtà del­l’in­tero baci­no garde­sano, offre a chi­unque vis­i­ti il sito, in tre lingue (ital­iano, tedesco, inglese) la rasseg­na com­ple­ta degli alberghi esisten­ti in tut­ti i comu­ni del­la fas­cia lacus­tre, di cui sono for­ni­ti ind­i­riz­zo, numero di tele­fono e di fax. In tes­ta all’e­len­co un avvi­so: «Per prezzi e preno­tazioni riv­ol­ger­si diret­ta­mente agli eser­cizi». E’ vero che non tut­ti gli alberghi sono «trat­tati» allo stes­so modo: per alcu­ni il sito del­la Comu­nità si limi­ta ad indi­care i dati essen­ziali, nome, ind­i­riz­zo ed appun­to tele­fono; per altri, un link con­sente di arric­chire il bagaglio di infor­mazioni for­nite al vis­i­ta­tore, con l’e­len­co più det­taglia­to del­l’of­fer­ta, e foto delle stanze o del­la pisci­na. Ovvio che il link è gesti­to diret­ta­mente dal­l’in­ter­es­sato, che in qualche caso ritiene di inserirvi anche offerte per set­ti­mane spe­ciali di sog­giorno: tut­ti gli alber­ga­tori, è altret­tan­to ovvio, pos­sono aprire il pro­prio. La comu­nità, rib­adisce Ces­chi­ni, è con­vin­ta di essere nel gius­to, soprat­tut­to per­chè tut­ti gli altri por­tali attivi nel set­tore (e sono parec­chi) for­niscono un elen­co parziale del­l’of­fer­ta: o veronese o bres­ciana, o bas­so lago o Gar­da trenti­no. Se il poten­ziale tur­ista norveg­ese per­cepisce il come una realtà uni­ca, sen­za dis­tinguere i ter­ri­tori ammin­is­tra­tivi (e su questo tut­ti sono per­fet­ta­mente d’ac­cor­do, almeno a parole) occorre anche che abbia la pos­si­bil­ità di vis­i­tar­lo vir­tual­mente per intero uti­liz­zan­do inter­net. Insom­ma, se va bene che ci siano tut­ti i musei, per­chè mai non dovreb­bero esser­ci anche tut­ti gli alberghi?

Parole chiave:

Commenti

commenti