Due giorni informativi al Palacongressi il 23 e 24 novembre

Ulisse per orientare gli studenti

17/11/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Marzia Zamattio

Il sis­tema sco­las­ti­co pro­fes­sion­ale del­l’Al­to Gar­da e Ledro si mette in mostra. E lo fa alles­ten­do due giorni infor­ma­tivi, il 23 e il 24 novem­bre al Pala­con­gres­si, sulle oppor­tu­nità e i servizi riv­olti agli stu­den­ti (di medie e supe­ri­ori) per ori­en­tar­li nel mon­do del­la scuo­la. E in quel­lo lavo­ra­ti­vo. Due gli scopi del­la man­i­fes­tazione “Ulisse Ori­en­ta 2001” pre­sen­ta­ta ieri in Comune dal sin­da­co Cesare Mal­ossi­ni e dal­l’asses­sore all’istruzione Ste­fano Lot­ti. Mostrare oppor­tu­nità e servizi esisten­ti nel­la scuo­la e creare una rete sem­pre più stret­ta tra istruzione, for­mazione e lavoro in una soci­età sem­pre più esi­gente. Una rete che (presto) diven­terà un Consorzio.«E’ nec­es­sario super­are la fram­men­tazione delle pro­poste e super­are la divar­i­cazione fra istruzione, for­mazione e lavoro» ha spie­ga­to al ter­mine del­la con­feren­za stam­pa Graziano Zuf­fi del Servizio istruzione del­la Provin­cia e coor­di­na­tore di “Ulisse 2001”. Un prog­et­to, finanzi­a­to per 40 mil­ioni dal­l’am­min­is­trazione comu­nale di Riva, che vede coin­volte le scuole medie, supe­ri­ori e pro­fes­sion­ali del­l’Al­to Gar­da e Ledro, e Iprase. Oltre all’a­gen­zia del lavoro, alla Sovrin­ten­den­za sco­las­ti­ca e all’ di Tren­to, al e alla di Riva, Com­pren­so­rio e Comu­ni di Riva, Arco, Nago, Dro.«Il fine del­la man­i­fes­tazione — ha chiar­i­to intro­ducen­do il prog­et­to l’asses­sore Lot­ti — è spin­gere gli isti­tu­ti a muover­si sem­pre più uni­ti in una realtà, quel­la sco­las­ti­ca, ridi­men­sion­a­ta per anni a ruo­lo di ancel­la del­la cul­tura. E’ nec­es­sario ripen­sare la for­mazione delle per­sone in un’e­poca di rapi­de trasfor­mazioni. E il sis­tema sco­las­ti­co-for­ma­ti­vo al servizio delle per­sone neces­si­ta del­la parte­ci­pazione atti­va di comu­nità, enti, isti­tuzioni e asso­ci­azioni che la rappresentano».Saranno 25 le scuole — medie, supe­ri­ori e isti­tu­ti di for­mazione pro­fes­sion­ale — che parteciper­an­no alla sec­on­da edi­zione del­la fiera (lo scor­so anno fu un suc­ces­so con oltre 1.000 stu­den­ti solo all’in­au­gu­razione) che si svol­gerà ven­erdì e saba­to prossimi.All’apertura uffi­ciale, alle 11 di ven­erdì 23, saran­no pre­sen­ti le clas­si terze medie di Arco, Bezzec­ca, Dro. Agli stu­den­ti ver­rà dato un attes­ta­to di parte­ci­pazione. Nel pomerig­gio, toc­cherà agli stu­den­ti delle quinte supe­ri­ori che incon­tr­eran­no gli stu­den­ti tutor del­l’u­ni­ver­sità di Tren­to. Saba­to, vis­it­er­an­no gli stand quel­li delle terze medie di Mal­ce­sine, Tremo­sine e Riva; la for­mazione pro­fes­sion­ale pre­sen­terà i cor­si post-diplo­ma alle quinte supe­ri­ori e, nel pomerig­gio, il cen­tro per l’impiego pre­sen­terà attiv­ità e per­cor­si alle terze medie.

Parole chiave: