Gli amici della Fondazione "Ugo da Como" hanno dato alla stampa il secondo numero dei loro periodici "Quaderni" di informazione di approfondimento culturale.

Un anno di sucessi per la Da Como

31/01/2000 in Cultura
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Gli ami­ci del­la Fon­dazione “Ugo da Como” han­no dato alla stam­pa il sec­on­do numero dei loro peri­od­i­ci “Quaderni” di infor­mazione di appro­fondi­men­to cul­tur­ale. La dis­tribuzione del bol­let­ti­no, che è inizia­ta pri­ma delle fes­tiv­ità natal­izie, avviene- all’in­ter­no del­la sede del­la fon­dazione ed è des­ti­na­ta oltre ai soci anche ai molti simpatizzanti.L’uscita di questo nuo­vo “Quader­no” offre l’oc­ca­sione per un bilan­cio di fine anno da parte del pres­i­dente Irmin­gard Fher­mann che ricor­da i molti tra­guar­di rag­giun­ti nel cor­so del 1999. Per pri­mo in numero dei soci, aumen­tati con­sid­erevol­mente, poi l’aper­tu­ra dopo una serie di lavori nel­la sede del cir­co­lo che negli obbi­et­tivi dovrà rimanere aper­ta una mez­za o intasa gior­na­ta del­la settimana.“Aperta — come pre­cisa il pres­i­dente — non soltan­to ai soci, ma anche a chi si inter­es­sa alle nos­tre attiv­ità. Attiv­ità, appun­to che non inten­di­amo sola­mente cul­tur­ali, ma anche riv­olte alla social­iz­zazione, alla bellez­za del­lo stare insieme, scam­bian­dosi opinioni…”.È poi in avan­za­ta fase di elab­o­razione “l’archiv­io stori­co lonatese”, la con­ven­zione stip­u­la­ta recen­te­mente con il Con­siglio di Ammin­is­trazione del­la e la col­lab­o­razione con la scuo­la ele­mentare di Lona­to. Il 1999 ha vis­to anche gli ami­ci del­la Fon­dazione impeg­nati anche ad alle­stire numerose mostre e cicli di conferenze.Ricordiamo fra le tante quel­la sul cam­mi­no dei dirit­ti umani dal Medio evo ai nos­tri giorni, sulle ter­raglie, sug­li abi­tan­ti del­la casa del podestà attra­ver­so i loro stem­mi, ecc.Di grande inter­esse le con­ver­sazioni “den­tro e fuori il museo” che han­no toc­ca­to il temi più dis­parati: dal­l’inse­di­a­men­to preis­tori­co del­la Pola­da di Lona­to (Gian­car­lo Pio­nna), alla vita quo­tid­i­ana allo scadere del pri­mo mil­len­nio (Alessan­dro Robazzi), a Dru­go­lo ed Arza­ga (Mon­i­ca Franchi), ecc… Va infine ricor­da­ta la pub­bli­cazione su inter­net del lavoro di ricer­ca sul­la fon­dazione svolto dagli stu­den­ti del­la 5° B del­l’I­tis di Lona­to con i loro inseg­nan­ti.

Parole chiave: