Le bombe nel lago: Rifondazione chiede un Consiglio aperto

Un appello al sindaco di Sirmione

11/02/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

In atte­sa di notizie uffi­ciali che non arrivano, di nuove ricerche promesse che però non sem­bra­no imme­di­ate, il cir­co­lo di Rifon­dazione comu­nista di Sirmione ha deciso di riv­ol­gere nuo­va­mente un appel­lo al sin­da­co e alla Giun­ta del­la cit­tad­i­na. Il Prc chiede la con­vo­cazione di un con­siglio comu­nale aper­to per «infor­mare i cit­ta­di­ni sirmione­si dei pas­si fat­ti da ques­ta ammin­is­trazione, e delle rel­a­tive risposte avute in mer­i­to alle bombe da aereo sgan­ci­ate nel lago». Par­liamo nat­u­ral­mente degli ordig­ni las­ciati cadere da un «F15» amer­i­cano di rien­tro da una mis­sione sul Koso­vo (bombe mai ritrovate che dovreb­bero essere dis­sem­i­nate sui fon­dali del bas­so lago), e di un nuo­vo appel­lo (che è sta­to pre­sen­ta­to nei giorni scor­si), per­chè una prece­dente, analo­ga richi­es­ta di Rifon­dazione, sem­pre rel­a­ti­va al con­siglio aper­to e pre­sen­ta­ta un mese fa, non ha rice­vu­to alcu­na rispos­ta dall’amministrazione comu­nale. Il par­ti­to chiede un’assemblea comu­nale aper­ta affinché «tut­ta la cit­tad­i­nan­za pos­sa essere mes­sa al cor­rente dei fat­ti ed esprimere la pro­pria opin­ione sul­la vicen­da», e pro­pone anche l’invito alla sedu­ta di esper­ti e di par­la­men­tari già impeg­nati su ques­tioni sim­ili. «Rifon­dazione comu­nista — scrivono al cir­co­lo — pro­pone a questo propos­i­to il nome del sen­a­tore Gio­van­ni Rus­so Spe­na, che segue da tem­po queste prob­lem­atiche». «Rite­ni­amo nec­es­sario che ciò avven­ga — con­cludono i mil­i­tan­ti del par­ti­to -, e che la pro­mozione del­la riu­nione ven­ga fat­ta in modo cap­il­lare, anche attra­ver­so let­tere del Comune ind­i­riz­zate a tut­ti i capi famiglia».