Volume fotografico racconta storia e personaggi. Un libro di 214 «clic» curato dai Cuori ben Nati

Un borgo per immagini

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

La sto­ria di Riv­oltel­la rac­con­ta­ta attra­ver­so immag­i­ni fotogra­fiche rac­colte nell’arco di due sec­oli: Otto­cen­to e Nove­cen­to. Una sto­ria che, gra­zie al lavoro cer­tosi­no e fati­coso del Grup­po dei , è oggi pat­ri­mo­nio di tut­ti i riv­oltelle­si gra­zie al libro «Zènt de sòca», che viene pre­sen­ta­to stasera alle 21 al teatro par­roc­chiale di S. Michele Arcan­ge­lo. E’ la vita e la sto­ria di un paese, scan­di­ta da episo­di, da quel­la quo­tid­i­an­ità comune a tut­ti gli altri pae­si, ma che a Riv­oltel­la è sta­ta per for­tu­na tra­man­da­ta fino ai giorni nos­tri ed ora anche «immor­ta­la­ta» con un pregev­ole e raf­fi­na­to libro di 214 fotografie, real­iz­za­to con il con­trib­u­to del­la Provin­cia e del Comune di Desen­zano. Un «amar­cord» che va ad arric­chire le tes­ti­mo­ni­anze di una sto­ria di gente che non ha volu­to mai rin­un­cia­re alle pro­prie radi­ci. Scrive nel­la sua pre­fazione il vicepres­i­dente di palaz­zo Bro­let­to, Mas­si­mo Gelmi­ni: «La dife­sa del­la sto­ria locale, con aned­doti e rifer­i­men­ti ben pre­cisi, vuole indurre a man­tenere nel­la memo­ria il nos­tro pas­sato con un pro­fon­do recu­pero ed il con­sol­i­da­men­to delle pro­prie orig­i­ni». Per Fioren­zo Pien­az­za, sin­da­co di Desen­zano, «la sto­ria è fat­ta dagli indi­vidui, ma sono le comu­nità che ne sug­geriscono le azioni e che vivono poi in sé i rif­lessi di un mon­do che cam­bia». Le foto che accom­pa­g­nano il lun­go viag­gio di cresci­ta di Riv­oltel­la negli ulti­mi due sec­oli ne sono una viva tes­ti­mo­ni­an­za. Nelle pagine del libro, inoltre, scor­rono i tan­ti per­son­ag­gi, anche sin­go­lari, che in ogni paese si pos­sono incon­trare ma che a Riv­oltel­la sono sta­ti numerosi. Impos­si­bile descriver­li tut­ti, si farebbe un tor­to a quel­li che, per esi­gen­ze di spazio, ver­reb­bero «tagliati». «Zènt de sòca», edi­to dal grup­po dei Cuori Ben Nati guida­to da Luig­i­no Mura, det­to «Verza», è arti­co­la­to in sette capi­toli (per­son­ag­gi, scuole, la vita, asso­ci­azioni, lavoro, famiglie e fram­men­ti, con un capi­to­lo finale ded­i­ca­to ai sopran­no­mi riv­oltelle­si più usati) e spazia dal 1884 al 1958. Ogni è com­ple­ta di didas­calia, che ripor­ta l’anno, il nome, il luo­go e il momen­to del­lo scat­to. Gli autori sono Lui­gi Beschi, Pier­lui­gi Guainazzi, Alber­to Rigo­ni e Gio­van­ni Giuradei.

Parole chiave: -