La novità più significativa è l'anticipo a giugno del premio giornalistico Sirmione Catullo, solitamente evento clou del mese di settembre.

Un calendario per grandi e piccoli

29/03/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sirmione

La novità più sig­ni­fica­ti­va è l’an­ticipo a giug­no del pre­mio gior­nal­is­ti­co Sirmione Cat­ul­lo, soli­ta­mente even­to clou del mese di set­tem­bre. Sta­vol­ta si è pen­sato che la cas­sa di riso­nan­za del pre­mio potesse fare da tramite pr la sta­gione tur­is­ti­ca, che sem­bra essere inizia­ta bene anche se gli oper­a­tori non nascon­dono qualche pre­oc­cu­pazione. Il cal­en­dario degli even­ti per la pri­mav­era-estate pro­pos­to dal­l’am­min­is­trazione comu­nale è comunque tal­mente den­so da pot­er sod­dis­fare gran­di e bam­bi­ni. E’ in cor­so a palaz­zo Flaminia (per chi­ud­ere il 17 aprile) la rasseg­na stor­i­ca di lib­ri illus­trati per ragazzi e bam­bi­ni dal tito­lo « Il filo del tem­po fra col­ori e pagine ingial­lite», che parte dal­la fine dell’800 per arrivare ai giorni nos­tri. Altra inedi­ta mostra a mag­gio, sta­vol­ta pro­tag­o­nista il com­put­er, una specie di evoluzione del mez­zo che ha cam­bi­a­to la nos­tra vita e inti­to­la­ta «Dal­la mec­ca­ni­ca all’elet­tron­i­ca». Ma l’es­tate sarà den­sa di appun­ta­men­ti capaci di aggre­gare all’aria aper­ta: e allo­ra musi­ca pri­ma di tut­to, e poi feste popo­lari, come quel­la ded­i­ca­ta all’ospite con sug­ges­ti­vo spet­ta­co­lo pirotec­ni­co in cartel­lone a luglio.Sempre in questo mese in pro­gram­ma quat­tro ser­ate ded­i­cate agli Sta­ti Uni­ti sot­to il tito­lo di «Stars&Strips», che vedrà l’e­si­bizione del­la «The Colum­bus orches­tra», del­la «Felice Reg­gio big band» e del coro gospel «Black Har­mo­ny». Agos­to vedrà una tap­pa del Can­ta­la­go e ser­ate ded­i­cate alla musi­ca lir­i­ca (non pote­va man­care l’o­mag­gio a Maria Callas). Nei mesi di giug­no e luglio Sirmione ospiterà la IV rasseg­na inter­nazionale di teatro di figu­ra e durante tut­ta l’es­tate varie piazze del paese faran­no da pal­cosceni­co agli ormai famosi per­son­ag­gi tele­vi­sivi di Zelig. Novità inter­es­sante per quest’an­no il ricor­so al pri­va­to per il finanzi­a­men­to di una o più man­i­fes­tazioni, in modo da ren­dere meno onerose per le casse pub­bliche gli oltre ven­ti appun­ta­men­ti cul­tur­ali in pro­gram­ma. Ser­gio Mari