Il Nuovo Circolo Ippico Scaligero, associazione sportiva senza fini di lucro, con sede in Verona (Italia), località Boschetto, anche quest’anno, precisamente il 15 giugno 2008, organizza l’Evento “Un cavallo per tutti, una carezza lunga un giorno”.

Un cavallo per tutti, una carezza lunga un giorno, 3”

30/05/2008 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Trat­tasi di un’iniziativa sol­i­dale des­ti­na­ta ai disabili.In prat­i­ca il Cir­co­lo spalan­ca le pro­prie porte e per un’intera gior­na­ta tutte le strut­ture del Cir­co­lo, uomi­ni, mezzi e ani­mali, sono poste a dis­po­sizione degli ospi­ti per­ché pos­sano conoscere da vici­no il magi­co mon­do dell’equitazione.La strut­tura del Cir­co­lo è inseri­ta nel Par­co dell’Adige, oasi nat­u­rale sita nel cuore del­la cit­tà di Verona e rimas­ta incon­t­a­m­i­na­ta dal­lo svilup­po edilizio.La gior­na­ta sarà orga­niz­za­ta con nelle scud­erie per mostrare agli ospi­ti le attiv­ità di cura e pulizia dei cav­al­li, la loro mor­folo­gia ver­rà spie­ga­ta da una medico vet­eri­nario spe­cial­iz­za­ta nel­la cura dei cav­al­li oltre che da medici vet­eri­nari apparte­nen­ti all’Esercito Ital­iano e di stan­za pres­so il Cen­tro Mil­itare Vet­eri­nario di Gros­se­to, dis­tac­cati per l’occasione pres­so il Nuo­vo Cir­co­lo Ippi­co Scaligero per parte­ci­pare all’Evento.Sempre agli ospi­ti ver­rà data la pos­si­bil­ità di vis­itare il Par­co dell’Adige su delle car­rozze trainate da pariglie di cavalli.Seguirà una San­ta Mes­sa al cam­po quest’anno con­cel­e­bra­ta dal Vesco­vo di Verona Mons. Zen­ti uni­ta­mente al Vesco­vo ausil­iare di Mona­co Wei­h­bischof Engel­bert Siebler.Infatti, quest’anno l’Evento avrà carat­tere inter­nazionale ospi­tan­do gra­tuita­mente a Tor­ri del Bena­co (Lago di Gar­da) cir­ca tre­cen­to dis­abili prove­ni­en­ti da Mona­co di Baviera uni­ta­mente ai loro accom­pa­g­na­tori e famil­iari, gra­zie alla gen­erosa disponi­bil­ità del­la locale Asso­ci­azione degli Albergatori.Terminata la fun­zione reli­giosa, dis­abili e accom­pa­g­na­tori, saran­no ospi­tati per il pran­zo sot­to una ten­so-strut­tura mes­sa anche ques­ta gra­tuita­mente a dis­po­sizione dell’Ente Fiera di Iso­la del­la Scala.Parteciperanno al pran­zo le autorità politiche e reli­giose in rap­p­re­sen­tan­za dei Comu­ni di Verona e di Mona­co, del­la Regione Vene­to e del Land del­la Baviera, nonché delle Curie veronese e bavarese.Sarà pre­sente in rap­p­re­sen­tan­za del mon­do delle imp­rese verone­si il Cav­a­liere del Lavoro Gio­van­ni Rana, tito­lare dell’omonima azienda.Nei due gironi prece­den­ti la gior­na­ta Even­to si ter­ran­no pres­so le strut­ture del Nuo­vo Cir­co Ippi­co Scaligero i Cam­pi­onati Ital­iani di Equi­tazione per Dis­abili, con la col­lab­o­razione del C.I.P. (Comi­ta­to Ital­iano Paralimpico).Nella gior­na­ta – even­to di domeni­ca 15 giug­no si ter­ran­no altresì le pre­mi­azioni dei Cam­pi­onati Ital­iani di Equi­tazione per Disabili.Ancora nel cor­so del­la gior­na­ta even­to, vi saran­no le esi­bizioni di gran­di cav­a­lieri che rap­p­re­sen­ter­an­no l’Italia alle prossime Olimpia­di (tra i quali l’atleta Cara­biniere Susan­na Bor­done, medaglia di bron­zo ai Cam­pi­onati Europei di Com­ple­to ) e atleti dis­abili a liv­el­lo inter­nazionale tra cui la tedesca Ange­li­ka Tra­bert (www.angelika-trabert.de) e le ital­iane Antonel­la Cecil­ia e Gior­gia Gio­va­nar­di (www.ippogrifo.info).Testimone del­la gior­na­ta even­to sarà Fed­eri­co Lunghi, accom­pa­g­na­to dal suo istrut­tore Luca Mon­e­ta. Fed­eri­co è un ragaz­zo affet­to dal­la Sin­drome di Apert per cui sin dal­la nasci­ta sof­fre di una gravis­si­ma for­ma di dis­a­gio psi­co fisi­co, dis­a­gio che in parte ha super­a­to pro­prio gra­zie alla pas­sione per l’equitazione che lo ha nel tem­po aiu­ta­to a rag­giun­gere un buon liv­el­lo di autono­mia nonché risul­tati sportivi di tut­to rispetto.Federico, infat­ti, gareg­gia alla pari con cav­a­lieri nor­mod­otati, giun­gen­do a com­petere in con­cor­si ippi­ci nazion­ali ed internazionali.Il mes­sag­gio por­ta­to dal­la tes­ti­mo­ni­an­za di Fed­eri­co è volto a sig­nifi­care come la pas­sione per l’equitazione pos­sa essere di aiu­to per sti­mo­lare poten­zial­ità psi­cofisiche comunque pre­sen­ti anche in sogget­ti disabili.“it’s abil­i­ty, not dis­abil­i­ty that counts!” (A. Trabert).L’Evento avrà carat­tere benefi­co e si soster­rà finanziari­a­mente gra­zie ai con­tribu­ti dei sosten­i­tori, tra i quali Uni­cred­it, anche attra­ver­so la con­trol­la­ta HVB che ha sostenu­to la spe­sa per la trasfer­ta da Mona­co dei dis­abili tedeschi.L’iniziativa vede il coin­vol­gi­men­to di tut­ta la cit­tà di Verona a par­tire dalle per­sone più umili e mod­este quali le donne delle pulizie, dipen­den­ti Markas, che gra­tuita­mente cur­eran­no l’igiene dei servizi, alla Coop­er­a­ti­va Radio­Taxi che met­terà gra­tuita­mente a dis­po­sizione le pro­prie vet­ture abil­i­tate al trasporto dis­abili nel­la trat­ta cit­tad­i­na da e per il Boschetto.Anche Volk­swa­gen Group Italia met­terà a dis­po­sizione i pro­pri mezzi sia per svol­gere un servizio navet­ta, sia per con­sen­tire ai dis­abili di provare le vet­ture Volk­sWa­gen Mobil­i­ty, apposi­ta­mente preparate. Col­lab­o­ra­no all’iniziativa la Sezione di Verona, che met­terà a dis­po­sizione un Pre­sidio Medico Avan­za­to gesti­to dal Cor­po Infer­miere Volon­tarie, il Cen­tro Polifun­zionale Don Cal­abria, la Fed­er­azione Ital­iana Sport Equestri, il Grup­po Comu­nale Volon­tario di Verona.La man­i­fes­tazione è sta­ta pre­sen­ta­ta uffi­cial­mente alla Con­sul­ta Comu­nale per l’Handicap di Verona.L’Evento inoltre, gode del Patrocinio del­la Pres­i­den­za del Con­siglio dei Min­istri, del­la Regione Vene­to, del­la Provin­cia di Verona, del Comune di Verona, del Comune di Mona­co e del Land del­la Baviera.Per mag­giori infor­mazioni è pos­si­bile vis­itare il sito www.scaligeroboschetto.it clic­can­do sul­la sezione ded­i­ca­ta all’evento con­sulta­bile anche in lin­gua tedesca.Per la seg­rete­ria orga­niz­za­ti­va riv­ol­ger­si a Raf­fel­la Cimado­mo al n. 340/9051751.Per comu­ni­cazioni in lin­gua tedesca, inglese o francese Prof. Roswitha Schatzer al n. 347/8944749.