Ed è la conferma del tutto originale dei risultati dell’indagine realizzata dall’azienda ospedaliera di Desenzano

Un concerto in ospedale per ringraziare primario, medici e personale.

Di Luca Delpozzo

Un con­cer­to in ospedale per ringraziare pri­mario, medici e per­son­ale. L’idea è venu­ta al m° Anto­nio Toma­cel­li. Ed è la con­fer­ma del tut­to orig­i­nale dei risul­tati dell’indagine real­iz­za­ta dall’azienda ospedaliera di Desen­zano sull’indice di gradi­men­to dei cli­en­ti del­la san­ità garde­sana illus­trati pro­prio ieri pomerig­gio. Anto­nio Toma­cel­li, 86enne che vive a Toscolano Mader­no con la moglie, è davvero sod­dis­fat­to delle cure che gli sono state prat­i­cate nel repar­to di urolo­gia del pri­mario prof. Da Poz­zo. Ed aven­do ded­i­ca­to gran parte del­la sua vita alla musi­ca non pote­va che scegliere il pen­ta­gram­ma per dire a suo modo gra­zie al per­son­ale. Anto­nio Toma­cel­li ha inizia­to gio­vanis­si­mo a suonare. Allie­vo del famoso mae­stro tedesco Suchen­truck (vero «faro» per le bande musi­cali) entrò nel­la ban­da mil­itare di Bres­cia nel ’35. Dopo la pri­gio­nia in Ger­ma­nia fu nom­i­na­to nel ’47 diret­tore del­la ban­da di Toscolano e nel ’67 di quel­la di Salò. Ha fonda­to la ban­da di Tig­nale; è sta­to fra i fonda­tori dell’Associazione nazionale bande ital­iane. Duemi­la sono i suoi allievi e pro­prio l’impegno per la dif­fu­sione del­la cul­tura musi­cale gli ha por­ta­to la nom­i­na a cav­a­liere al mer­i­to del­la Repub­bli­ca. Dal ’88 è diret­tore del­la Man­dolin­is­ti­ca del Bena­co. Sarà pro­prio quest’orchestra a offrire — come annun­ciano gli invi­ti esposti in tutte le cor­sie e i repar­ti dell’ospedale di Desen­zano — il con­cer­to. Appun­ta­men­to ven­erdì alle 21 nell’aula magna dell’ospedale di Desen­zano quan­do le parole del­la med­i­c­i­na lascer­an­no il pos­to alle note.

Ennio Moruzzi

Commenti

commenti