Prende il via oggi il ciclo di incontri «Vogliamo educare i nostri figli», corso di formazione per genitori, insegnanti, educatori e operatori della scuola

Un corso che parla a insegnanti e genitori

Di Luca Delpozzo
(g.b.)

Prende il via oggi il ciclo di incon­tri «Vogliamo edu­care i nos­tri figli», cor­so di for­mazione per gen­i­tori, inseg­nan­ti, edu­ca­tori e oper­a­tori del­la scuo­la orga­niz­za­to dall’Istituto com­pren­si­vo statale di Peschiera con il con­trib­u­to dell’amministrazione comu­nale e in col­lab­o­razione con Uni­verona onlus. «È un’iniziativa inau­gu­ra­ta lo scor­so anno», spie­ga il diri­gente sco­las­ti­co Anna Maria Cottarel­li, «che ripro­poni­amo nel nos­tro piano dell’offerta for­ma­ti­va dato il suc­ces­so e le numerose ade­sioni riscon­trate. Inoltre ques­ta espe­rien­za coin­volge diret­ta­mente i parte­ci­pan­ti con una for­mu­la di incon­tri che prevede anche dei lab­o­ra­tori». Il cal­en­dario di quest’anno prevede otto ser­ate, ogni mart­edì alle 20.45, fino al 4 aprile. Gli incon­tri si ter­ran­no nel­la sede dell’Istituto e questi sono gli argo­men­ti con le rispet­tive date: vogliamo edu­care i nos­tri figli, sce­nario dell’educazione nel­la soci­età com­p­lessa, ser­a­ta d’apertura, oggi. Gli alun­ni dif­fi­cili, moti­vazione sco­las­ti­ca, dis­a­gio, aggres­siv­ità e bullis­mo: cause e ipote­si riso­lu­tive (21 feb­braio); dial­o­go e parte­ci­pazione, la col­lab­o­razione tra gen­i­tori e inseg­nan­ti nel quadro del­la rifor­ma del­la scuo­la dell’obbligo (28 feb­braio); la mul­ti­cul­tur­al­ità a scuo­la e in famiglia, per­cor­si per l’educazione alla con­viven­za civile (7 mar­zo); il prob­le­ma dell’efficientismo, l’educazione di fronte alle richi­este di prestazione (14 mar­zo). E anco­ra: la ges­tione delle dinamiche famil­iari e sco­las­tiche per un apprendi­men­to per­son­al­iz­za­to ed adegua­to alle richi­este di prestazione (21 mar­zo); tv, inter­net, videogames, l’impatto e la ges­tione delle nuove tec­nolo­gie a scuo­la e in famiglia (28 mar­zo). Con­clud­erà il ciclo, il 4 aprile: media, medi­a­tori: nuo­vo umanes­i­mo educa­ti­vo per la soci­età tecnologica.