Già inserito a bilancio, sarà finanziato dal Comune di Ponti sul Mincio

Un libro sull’ultima battaglia

05/12/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Silvio Stefanoni

Sedu­ta lam­po del con­siglio comu­nale di Pon­ti sul Min­cio. Al pri­mo pun­to l’ass­es­ta­men­to al bilan­cio di pre­vi­sione per l’e­ser­cizio finanziario del 2001. Rispet­to al pre­vis­to, ci sono state mag­giori entrate per 202 mil­ioni su alcu­ni capi­toli e minori entrate per 145 mil­ioni su altre voci; mag­giori spese per 164 mil­ioni e minori spese per 107 mil­ioni. Alcune delle spese più sig­ni­fica­tive sono: 30 mil­ioni per il per­son­ale, 14 mil­ioni per i , 20 mil­ioni per l’ac­que­dot­to comu­nale. Inter­es­sante la spe­sa di cir­ca 13 mil­ioni per finanziare la stam­pa di un libro che rac­con­ta in base a tes­ti­mo­ni­anze rac­colte quel­la che è sta­ta defini­ta “L’ul­ti­ma battaglia del­la guer­ra ’40-’45 sul suo­lo ital­iano: Monte Casale (ter­ri­to­rio di Pon­ti sul Min­cio), 30 aprile 1945”. La pub­bli­cazione è sta­ta cura­ta dal prof. Car­lo Ben­fat­ti e sarà pre­sen­ta­ta a Pon­ti il 30 aprile prossi­mo. In votazione si astiene la mino­ran­za. Sono state approvate all’u­na­nim­ità le mod­i­fiche agli arti­coli 17 e 18 del­lo statu­to comu­nale. Con il pri­mo si è aumen­ta­to il numero degli asses­sori dai due attuali a quat­tro, più ovvi­a­mente il sin­da­co. Con la sec­on­da mod­i­fi­ca si potran­no avere due asses­sori esterni. E’ sta­to poi inte­gra­to con 4 mil­ioni il Piano di Dirit­to allo Stu­dio. I quat­tro mil­ioni sono per lib­ri e mate­ri­ale di con­sumo per le scuole ele­men­tari che non era­no state inserite pri­ma. Una­nim­ità nel­la votazione.Infine, ret­ti­fi­ca­ta la con­ven­zione tra il comune di Pon­ti sul Min­cio e l’Is­ti­tu­to Com­pren­si­vo di Vol­ta Man­to­vana per lo svol­gi­men­to del servizio di col­lab­o­razione refezione sco­las­ti­ca e assis­ten­za approva­to dal con­siglio comu­nale lo scor­so 29 set­tem­bre. La ret­ti­fi­ca riguar­da la col­lab­o­razione uni­taria scuo­la media-ele­mentare, che occorre invece dividere.

Parole chiave: