Tra un mese, la 59ª Fiera regionale agricola, artigianale e commerciale di Lonato del Garda

Parole chiave:
Di Redazione

Gen­naio e il nuo­vo anno si avvic­i­nano… e Lona­to del Gar­da si prepara ad alzare il sipario del­la 59ª Fiera regionale agri­co­la, arti­gianale e com­mer­ciale, man­i­fes­tazione di val­ore tur­is­ti­co, oltre che cul­tur­ale ed eco­nom­i­co, che si svol­gerà dal 13 al 15 gen­naio 2017.

Per tre gior­nate la fiera ispi­ra­ta alla tradizione agri­co­la e alla ricor­ren­za di Sant’Antonio abate tornerà ad ani­mare e affol­lare vie, piazze, scuole e palazzetti di Lona­to del Gar­da, con la sua ampia pro­pos­ta di even­ti, man­te­nen­do fede al pro­gram­ma tradizionale nel­la gior­na­ta di Sant’Antonio, ispi­ra­tore del­la fiera e pro­tet­tore degli ani­mali e delle cam­pagne. Pro­prio il pomerig­gio del 17 gen­naio, infat­ti, si ter­rà la con­sue­ta benedi­zione degli ani­mali davan­ti al sagra­to del­la chiesa di Sant’Antonio abate, momen­to che riu­nisce da sem­pre centi­na­ia di per­sone con i loro cuc­ci­oli, cani e gat­ti, canari­ni, ani­mali da com­pag­nia e non solo.

Il cir­cuito fieris­ti­co sarà anche quest’anno una stra­or­di­nar­ia vet­ri­na per i prodot­ti del ter­ri­to­rio con un per­cor­so espos­i­ti­vo ideato e con­sol­ida­to negli anni per val­oriz­zare le frazioni lonate­si, le aziende agri­cole e le asso­ci­azioni locali, gli arti­giani e i com­mer­cianti, e anche i ris­toran­ti lonate­si, con un ric­co car­net di pro­poste per tut­ti: degus­tazioni gra­tu­ite, gare gas­tro­nomiche, momen­ti legati alla cul­tura e alle tradizioni d’altri tem­pi come l’esposizione dell’os de stomèch da guinnes dei pri­mati, mostre e pre­sen­tazioni di lib­ri, rie­vo­cazioni storiche, esi­bizioni cinofile, ai prin­ci­pali mon­u­men­ti cit­ta­di­ni, il Palio delle frazioni, ani­mazione e luna park per i più pic­coli, mezzi d’epoca in bel­la mostra e tan­to altro anco­ra nel lun­go fine set­ti­mana di metà gennaio.

Il Gran Galà di aper­tu­ra si ter­rà saba­to 7 gen­naio alle 21 (luo­go in fase di definizione) e aprirà come sem­pre la ker­messe fieris­ti­ca all’insegna del­lo show, con cabaret, musi­ca ed eccel­len­ze lonatesi.

«La fiera nel tem­po è cam­bi­a­ta molto, è cresci­u­ta, ma per noi lonate­si “la fiera è sem­pre la fiera” – affer­ma il diret­tore del comi­ta­to orga­niz­za­tore Davide Bol­lani –. È il pri­mo even­to dell’anno, ha valen­za regionale e richia­ma sem­pre numerosi espos­i­tori da tut­ta Italia. Lo vivi­amo come un momen­to di fes­ta, frut­to di tan­to lavoro ma anche di gran­di sod­dis­fazioni. La cit­tà si pre­sen­ta in tut­to il suo splen­dore, rega­lan­do accoglien­za e pro­poste di sva­go, per iniziare il nuo­vo anno con spir­i­to positivo».

L’area espos­i­ti­va attra­ver­sa tut­to il cen­tro di Lona­to e supera i 6.500 metri qua­drati, di cui mille al cop­er­to, con decine e decine di stand dei vari com­par­ti agri­coli, arti­gianali e com­mer­ciali, tan­to intrat­ten­i­men­to per un uni­co even­to a ingres­so gratuito.

Dal 7 gen­naio, fino al 9 feb­braio, pren­derà il via il cir­cuito gas­tro­nom­i­co Töt Porsèl, con i migliori menu a base di carne di maiale, preparati dai ris­toran­ti lonate­si sec­on­do la tradizione locale.

Novità 2017, antic­i­pa anco­ra il diret­tore Bol­lani, «avre­mo all’interno del per­cor­so fieris­ti­co anche lo street food, rig­orosa­mente a bor­do di scenografi­ci truck, e con­fer­mi­amo anche quest’anno la pos­si­bil­ità di vedere Lona­to e la fiera dall’alto, con il tour in eli­cot­tero, che lo scor­so anno è piaci­u­to moltissi­mo. Sti­amo orga­niz­zan­do anche una let­tura teatrale delle opere di Camil­lo Tarel­lo, scien­zi­a­to e agronomo lonatese di fama mon­di­ale vis­su­to nel 1500. E tra le novità, ci saran­no anche la mostra di semi antichi a Palaz­zo Zam­bel­li per conoscere i seg­reti e il pas­sato del­la nos­tra ter­ra e l’Area mam­ma, con una sala gio­co e un ango­lo-fas­ci­a­toio e delle ani­ma­tri­ci per le mamme che vor­ran­no las­cia­re i loro bim­bi in uno spazio pro­tet­to e goder­si la fiera».

 

Parole chiave: