Le festività appena concluse hanno rappresentato l’esordio del nuovo direttivo dell’Ascom presieduto da Diego Beda. Raccolta di fondi durante le iniziative. «Il 2005? Vogliamo coinvolgere tutti i quartieri della cittadina»

Un Natale con i fiocchi per i commercianti

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Marzia Sandri

Un manda­to all’in­seg­na del­la pro­mozione del­la cit­tà e del ter­ri­to­rio quel­lo che il nuo­vo diret­ti­vo del­l’As­com di Desen­zano capeg­gia­to da Diego Beda, neoelet­to pres­i­dente del­l’as­so­ci­azione com­mer­cianti, ha inau­gu­ra­to nel cor­so delle feste di Natale. «E’ nos­tra inten­zione — ha, infat­ti dichiara­to Beda — svilup­pare azioni di una cer­ta ril­e­van­za in col­lab­o­razione con l’am­min­is­trazione comu­nale e dirette all’or­ga­niz­zazione di even­ti des­ti­nati ad un tur­is­mo di un cer­to liv­el­lo». Un propos­i­to mes­so a seg­no già nei giorni scor­si con l’or­ga­niz­zazione di una serie di inizia­tive di sapore natal­izio e che han­no vis­to molti angoli del cen­tro stori­co far­si pal­cosceni­co delle esi­bizioni dei tram­polieri del­la com­pag­nia “Bil­i­co teatro” che han­no per­cor­so le vie del­la cit­tad­i­na garde­sana dal­l’al­to dei loro equi­lib­ris­mi e ani­mare piaz­za Malvezzi con giochi di per­cus­sioni ed evoluzioni moz­zafi­a­to. Ma non sono man­cati nep­pure la dis­tribuzione di con­fezioni di pan­doro da parte di affasci­nan­ti “Babbe Natale” e la com­pag­nia itin­er­ante di artisti che con i loro burat­ti­ni ha regala­to pal­lonci­ni e sog­ni ai tan­ti bam­bi­ni accor­si sul lun­go­la­go. «Pos­si­amo dirci vera­mente sod­dis­fat­ti — ha dichiara­to il pres­i­dente del­l’as­so­ci­azione — a fronte del­l’al­to gradi­men­to reg­is­tra­to tra i parte­ci­pan­ti per una serie di even­ti che, per forza di cose, siamo rius­ci­ti ad orga­niz­zare solo all’ul­ti­mo momen­to e per il mas­s­ic­cio coin­vol­gi­men­to di tan­ta parte dei com­mer­cianti del cen­tro stori­co che han­no con­tribuito con un ver­sa­men­to di 70 euro per­me­t­ten­do­ci, così, di dis­porre di un bud­get di ben 10.000 euro. A tut­ti loro va il nos­tro sen­ti­to ringrazi­a­men­to». Un impeg­no che si è anche tradot­to in sol­i­da­ri­età e ha per­me­s­so di rac­cogliere fon­di da des­tinare a inizia­tive benefiche. Con i ricavi del­la castag­na­ta, infat­ti, sono sta­ti rac­colti 730 euro che saran­no devo­lu­ti all’ di Desen­zano, men­tre la dis­tribuzione di fuman­ti bic­chieri di vin brulè ne ha frut­ta­to altri 400 che andran­no al Cen­tro Aiu­to alla Vita. I 500 euro risparmiati rin­un­cian­do, invece, ad uno degli even­ti saran­no, invece, inviati all’U­nicef come con­trib­u­to agli aiu­ti des­ti­nati alle popo­lazioni col­pite dal mare­mo­to. Ma già all’oriz­zonte si pro­fi­la la neces­sità di pen­sare all’an­no che apre e che per l’As­com si prospet­ta ric­co di impeg­ni e tra­boc­cante di idee. «Siamo in atte­sa del­l’in­con­tro deci­si­vo che avre­mo a fine gen­naio con l’asses­sore alle attiv­ità pro­dut­tive e al tur­is­mo Ade­lio Zanel­li — ha spie­ga­to Beda — per definire il pro­gram­ma di inizia­tive che abbi­amo inten­zione di real­iz­zare nel 2005 e che è nos­tra inten­zione svilup­pare lun­go diverse diret­tri­ci». Poe­sia e let­ter­atu­ra, i temi pre­visti, ma anche tan­ta musi­ca, con appun­ta­men­ti mirati e che focal­izzer­an­no, ad esem­pio, momen­ti des­ti­nati ad aper­i­tivi-con­cer­to local­iz­za­ti in diverse zone, così come even­ti legati al mon­do del floro­vi­vais­mo con il poten­zi­a­men­to di man­i­fes­tazioni quali «Orchidea d’ar­gen­to» ed altri di carat­tere più stret­ta­mente gas­tro­nom­i­co. «Ciò che ci preme — ha det­to anco­ra il pres­i­dente — è soprat­tut­to coin­vol­gere tutte le zone e i quartieri di Desen­zano in queste nos­tre inizia­tive per­ché è pro­prio questo il momen­to in cui è nec­es­sario più che mai unir­si per favorire il rifiorire di Desen­zano e in questo proces­so cre­di­amo molto nel­la col­lab­o­razione dei com­mer­cianti, delle asso­ci­azioni quali la Hotels Pro­mo­tion con cui inten­di­amo col­lab­o­rare, e soprat­tut­to del­l’am­min­is­trazione comu­nale e all’ot­ti­mo rap­por­to che si può instau­rare tra noi per real­iz­zare un pro­gram­ma tem­pes­ti­vo, com­ple­to e vera­mente effi­cace, che sap­pia far riv­i­vere e val­oriz­zare ogni ango­lo del­la nos­tra splen­di­da città».

Parole chiave: