Leandro

Un nome al giorno

15/10/2000 in Curiosità
A Sona
Di Luca Delpozzo
Dr. DADA & superEva

Nome non molto dif­fu­so in Italia, al con­trario del­la Spagna. Di orig­ine gre­ca, proviene da Léan­dros, nome com­pos­to da Léos, vari­ante atti­ca e ion­i­ca di Laòs (popo­lo), e da aner — andròs (uomo), il cui sig­ni­fi­ca­to è “uomo del popo­lo”. Questo nome cadde in una sor­ta di oblio per lun­go tem­po. Fu “rispolver­a­to” nel Rinasci­men­to gra­zie agli uman­isti e al loro amore per la mitolo­gia clas­si­ca. Lean­dro, gio­vane innamora­to di Ero, una bel­lis­si­ma sac­er­dotes­sa di Afrodite, attra­ver­sa­va ogni notte a nuo­to l’Elle­spon­to, per abbrac­cia­re la sua ama­ta. Ma una notte il ven­to forte spense la fiac­co­la che Ero accen­de­va per guidar­lo nel­l’oscu­rità e morì annega­to. Quan­do la sac­er­dotes­sa vide il cada­v­ere di Lean­dro river­so sul­la spi­ag­gia si get­tò in mare e morì anch’es­sa. In Spagna c’è persi­no un dolce chiam­a­to “yemas de San Lean­dro”.