È arrivato il direttore generale

Un nuovo corso per l’aziendaospedaliera

Di Luca Delpozzo
M.TO.

Il nuo­vo diret­tore gen­erale dell’azienda ospedaliera di Desen­zano, Mara Azzi, ha incon­tra­to ieri pomerig­gio il per­son­ale san­i­tario di Desen­zano, pri­mo di una lun­ga serie di con­tat­ti conosc­i­tivi con la nuo­va realtà che la vedrà impeg­na­ta negli altri pre­sidii azien­dali, come Maner­bio e Gavardo.Mara Azzi ha desta­to subito una buona impres­sione tra chi l’ha già incontrata.«Sono molto con­tenta di lavo­rare in una realtà ospedaliera — ha det­to il neo diret­tore — per­ché vi tro­vo più inter­es­si e sti­moli. Non mi piac­ciono gli adu­la­tori e chi rac­con­ta i fat­ti degli altri, non inten­do cav­al­care l’onda del pet­te­golez­zo e mi piace tenere rap­por­ti improntati alla mas­si­ma franchezza».Mara Azzi, 48 anni, man­to­vana, sposa­ta, due figli di 22 e 20 anni, una lau­rea in giurispru­den­za, si è pre­sen­ta­ta così, sen­za trop­pi fron­zoli e con­sapev­ole delle respon­s­abil­ità che l’attendono, al pri­mo con­tat­to con il suo futuro personale.Una voglia di «far bene per l’azienda» che è sta­ta per­cepi­ta dai medici e dai capisala.I prob­le­mi, cer­to, non man­cano. La ques­tione per esem­pio dell’ampliamento dell’ospedale di Gavar­do, il cui cam­mi­no è sta­to già trac­cia­to da Mau­ro Borel­li, oppure il prob­le­ma soll­e­va­to dagli ammin­is­tra­tori dell’alto Gar­da, in prim­is il sin­da­co di Salò Gian­piero Cipani, sul­la pre­sun­ta caren­za di servizi san­i­tari. E anco­ra, l’esigenza di dotare l’ospedale di Desen­zano del repar­to di Emodinamica.Prima di appro­dare a Desen­zano, è sta­ta diret­tore ammin­is­tra­ti­vo all’Asl di Man­to­va e, ancor pri­ma, diri­gente di impor­tan­ti strutture.