La struttura ospiterà anche il nido integrato

Un nuovo parco giochi per i bambini di Pacengo

12/05/2004 in Attualità
Di Luca Delpozzo
(s.b.)

«Il momen­to più emozio­nante è sta­to quel­lo di cogliere la felic­ità sul viso dei bam­bi­ni men­tre cor­re­vano ver­so i nuovi giochi», spie­ga la coor­di­na­trice Giusy Mer­i­tano, «ed è sta­to in quel pre­ciso istante che ho vis­to il gio­co pren­dere vita». Queste sono le com­mosse affer­mazioni espresse appe­na inau­gu­ra­to il par­co giochi del­la scuo­la mater­na di Pacen­go, alla pre­sen­za del sin­da­co Ren­zo Frances­chi­ni, dell’assessore Fabio Mari­noni, del pres­i­dente del­la scuo­la mater­na Luig­i­no Tes­sari e di chi questo cam­po giochi lo ha volu­to, vis­su­to e vis­to nascere. A benedire il taglio del nas­tro di ques­ta ampia area ludi­ca del­la frazione garde­sana, il par­ro­co don Ser­gio Fratu­cel­lo che alla scuo­la mater­na è da sem­pre di casa, sia con le suore, pri­ma, sia adesso che le suore non ci sono più. «Ci sono sem­pre i bam­bi­ni», spie­ga il par­ro­co,« e questi sono il seg­no che la vita con­tin­ua e cresce anche a Pacen­go. E la banedi­ci­amo, ques­ta vita, assieme alla nuo­va opera che ha vis­to la luce gra­zie alla tena­cia del comi­ta­to di ges­tione del­la scuo­la e del sosteg­no tan­gi­bile del­la ammin­is­trazione comu­nale». Il nuo­vo par­co giochi è un grande ausilio per l’educazione dei bam­bi­ni. È dis­pos­to su un’area di cir­ca 500 metri qua­drati, con una mer­av­igliosa vista del lago. Sono sta­ti ese­gui­ti impor­tan­ti lavori di drenag­gio del ter­reno e sul­lo stes­so sono sta­ti ste­si poarec­chi metri cubi di sab­bia pro­prio per favorire l’area di gio­co per i bam­bi­ni. Sono sta­ti col­lo­cati un gio­co d’acqua, denom­i­na­to Casa Sirenet­ta, una caset­ta in leg­no, un torre doppia con scivo­lo, un palo come quel­lo dei pom­pieri e una parete di scala con una rete ad ango­lo di arrampicatura.Sono inoltre sta­ti col­lo­cati un bil­i­co doppio, un alba­tros e una sab­biera a for­ma di nave. Tra breve, al piano pri­mo, dove in pas­sato era dis­pos­to l’alloggio delle suore, l’amministrazione comu­nale intende dare vita ad una nuo­va strut­tura di nido inte­gra­to. Saran­no ospi­tate tre sezioni con una trenti­na di bam­bi­ni dai 12 ai 36 mesi. La nuo­va strut­tura che ver­rà real­iz­za­ta sarà in parte finanzi­a­ta con il con­trib­u­to del­la Regione del Vene­to. «Ques­ta nuo­va strut­tura è sta­ta por­ta­ta a ter­mine gra­zie all’impegno costante dell’assessore Mari­noni», sot­to­lin­ea Giusy Mer­i­tano, «che ci ha sem­pre incor­ag­gia­to e che si è pre­so a cuore anche del­la realtà , sep­pur pic­co­la, del­la scuo­la mater­na Mater Ama­bilis di Pacen­go. A lui dob­bi­amo dire grazie».