Confermato l'operato del Gal

Un nuovo progetto Leader per Garda e Vallesabbia, la Terra tra i Due Laghi Confermato l’operato del Gal

24/07/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Un nuo­vo prog­et­to Leader per Gar­da e Vallesab­bia, la Ter­ra tra i Due Laghi – Con­fer­ma­to l’operato del Gal    Il ter­ri­to­rio dell’Alto Gar­da e dell’Alta Vallesab­bia vedrà una nuo­va serie di inter­ven­ti a sosteg­no del suo svilup­po: il 21 Luglio la ha comu­ni­ca­to infat­ti che il Gal Gar­daValsab­bia ha ottenu­to l’approvazione del Piano di Svilup­po Locale 2007–2013 nell’ambito del Pro­gram­ma di finanzi­a­men­ti europei denom­i­nati Leader. I 21 Comu­ni che ricadono nell’area Leader, vale a dire un’area rurale val­u­ta­ta come svan­tag­gia­ta in ter­mi­ni socio-eco­nomi­ci, potran­no ben­e­fi­cia­re di un pro­gram­ma di inter­ven­ti a sosteg­no, tra gli altri, di pic­cole-medie imp­rese, asso­ci­azioni sen­za scopo di lucro, B&B, aziende agri­cole, enti locali, Pro Loco… Alla base del nuo­vo Piano di svilup­po del , che si pro­trar­rà fino al 2013, c’è l’idea che il benessere di chi vive il ter­ri­to­rio sia la migliore cre­den­ziale per chi oggi, sia esso tur­ista o res­i­dente, intende parte­ci­pare allo svilup­po sosteni­bile di un luo­go. Per questo moti­vo il nuo­vo prog­et­to Leader intende in prim­is lavo­rare sul­la qual­ità dei luoghi, sul­la ric­chez­za delle tradizioni e i val­ori delle comu­nità locali affinché anche il tan­to aus­pi­ca­to tur­is­mo diven­ti una “con­seguen­za” di un ter­ri­to­rio sano e di qual­ità.  Gli obi­et­tivi da rag­giun­gere sono final­iz­za­ti a super­are il cli­ma di sfidu­cia e rasseg­nazione che carat­ter­iz­za oggi le aree imper­vie e mon­tane dell’Alto Gar­da e del­la Valle Sab­bia denom­i­nate Ter­ra tra i Due Laghi, recen­te­mente aggra­vatosi a segui­to del­la sfa­vorev­ole con­giun­tu­ra eco­nom­i­ca, medi­ante inizia­tive che sti­moli­no vivac­ità e cre­ativ­ità. Gra­zie a un inves­ti­men­to com­p­lessi­vo di cir­ca 6.000.0000 di euro, con un con­trib­u­to Leader di qua­si 5.000.000 di euro, il Piano del Gal Gar­daValsab­bia guarderà a incen­ti­vare la creazione di nuo­va occu­pazione e nuove attiv­ità impren­di­to­ri­ali preva­len­te­mente basate sulle risorse ambi­en­tali del­la ter­ra tra i due laghi;  strut­turare e ren­dere fun­zionale l’offerta di tur­is­mo inte­gra­to (natu­ra, cul­tura, ricettiv­ità e prodot­ti) sec­on­do rig­orosi per­cor­si di qual­ità; inte­grare le pro­duzioni agri­cole e l’artigianato minore con l’offerta tur­is­ti­ca e con la creazione di mer­cati locali di qual­ità; perseguire il rac­cor­do tra la scuo­la e lo svilup­po eco­nom­i­co del ter­ri­to­rio; sostenere il com­ple­ta­men­to e la mes­sa in fun­zione dei sis­te­mi muse­ali del­la Valle Sab­bia e dell’Alto Gar­da; sostenere le comu­nità locali nel­lo svilup­po di idee prog­et­tuali (inno­vazione ed officine delle idee) e in inizia­tive di ani­mazione cul­tur­ale; man­tenere una cap­il­lare ani­mazione ed assis­ten­za tec­ni­ca allo Svilup­po Rurale nel­la Ter­ra tra i due laghi. “L’approvazione regionale per il lavoro svolto è di grande sod­dis­fazione, è un impor­tante risul­ta­to rag­giun­to per il ter­ri­to­rio” com­men­ta il Pres­i­dente del Gal Graziano Ven­turi­ni “ora ci attende la sfi­da per real­iz­zare il prog­et­to, in sin­er­gia con la com­pagine soci­etaria e i part­ner isti­tuzion­ali”. L’implementazione del prog­et­to del Gal Gar­daValsab­bia ver­rà avvi­a­ta a Set­tem­bre: i ban­di per usufruire delle oppor­tu­nità legate al prog­et­to saran­no aper­ti aus­pi­ca­bil­mente nel tar­do autun­no. Per infor­mazioni e rifer­i­men­ti: www.gal-gardavalsabbia.it