Domani sera tavola rotonda in sala civica. L’obiettivo è realizzare un consorzio

Un osservatorio per capire i turisti

29/10/2002 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Torri del Benaco

Un «osser­va­to­rio tur­is­ti­co del Gar­da » per capire a fon­do le prob­lem­atiche, le ten­den­ze e le neces­sità ter­ri­to­ri­ali ed ind­i­riz­zare quin­di le risorse eco­nomiche in cor­ret­ti inves­ti­men­ti. Sarà questo il tema e lo scopo del­la riu­nione, pre­vista domani sera nel­la sala civi­ca Corte Verde di via per Albisano alle ore 20,30, orga­niz­za­ta sia dal­lo stu­dio legale e trib­u­tario oper­ante a Gar­da e di cui è socio Gior­gio Bonol­di, con­sigliere di mino­ran­za a Tor­ri, che dal dot­tor Emanuele Gal­lizioli di Gar­da e dall’assessore al tur­is­mo di Ste­fano Tagli­a­fer­ri. Una unione piut­tosto insoli­ta quin­di, ma «volu­ta per­ché ci inter­es­sa che l’osservatorio tur­is­ti­co del Gar­da Bal­do par­ta davvero, e coin­vol­ga il mag­gior numero di enti ed asso­ci­azioni pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio, a pre­scindere dal col­ore politi­co», come ha illus­tra­to Gior­gio Bonol­di, mod­er­a­tore del­l’in­con­tro di domani, nel pre­sentare l’inizia­ti­va. Ma da cosa nasce l’iniziativa e di cosa si dovrebbe occu­pare questo osser­va­to­rio? «Ques­ta idea è di Emanuele Gal­lizioli, un gio­vane di Gar­da che ha con­se­gui­to sia la lau­rea in econo­mia e com­mer­cio che un’al­tra nel­l’am­bito tur­is­ti­co», speci­fi­ca Bonol­di. «In prat­i­ca, nel set­tem­bre scor­so, c’era sta­to un pri­mo incon­tro a Cavaion, orga­niz­za­to con la col­lab­o­razione del­l’asses­sore al tur­is­mo del­la Provin­cia di Verona, Davide Bendinel­li, ed alla pre­sen­za del sot­toseg­re­tario di Sta­to alle Riforme isti­tuzion­ali, Aldo Branch­er. L’idea, per la quale Branch­er ha garan­ti­to appog­gio anche eco­nom­i­co, sarebbe quel­la di creare una sor­ta di con­sorzio o di soci­età a respon­s­abil­ità lim­i­ta­ta che, nell’arco di tre o cinque anni, pos­sa lavo­rare a favore del­la realtà tur­is­ti­ca dei pae­si del Gar­da e del Bal­do». «La rac­col­ta» han­no pros­e­gui­to gli orga­niz­za­tori, «dei dati tur­is­ti­ci degli ulti­mi anni rel­a­tivi a tut­to il ter­ri­to­rio e, in un momen­to suc­ces­si­vo, il con­fron­to e l’elaborazione dei dati fat­ta da pro­fes­sion­isti, farà capire le ten­den­ze e le esi­gen­ze di quan­ti ven­gono a trascor­rere peri­o­di di vacan­za sul lago o nei pae­si lim­itrofi. Da qui, dovreb­bero poi venire prodot­ti degli ind­i­rizzi di mas­si­ma a gui­da degli inves­ti­men­ti da fare». «In quest’ot­ti­ca», sem­pre sec­on­do Bonol­di, «vogliamo coin­vol­gere tut­ti gli enti, le asso­ci­azioni e le ammin­is­trazioni comu­nali, indipen­den­te­mente dal col­ore politi­co, anche se l’inizia­ti­va è sta­ta pre­sen­ta­ta e accol­ta già dal­la Casa delle Lib­ertà». Per avvic­inare gli oper­a­tori tur­is­ti­ci e dif­fondere l’idea di un tur­is­mo e man­i­fes­tazioni , «non estem­po­ra­nee, ma gui­date da pre­cisi stu­di su neces­sità ed esi­gen­ze», gli orga­niz­za­tori han­no deciso di par­tire da Tor­ri, dove l’ex vicesin­da­co ed ora con­sigliere di mino­ran­za ha coin­volto sia la locale asso­ci­azione degli oper­a­tori tur­is­ti­ci, gui­da­ta da Agosti­no Danese, che l’associazione alber­ga­tori di Tor­ri, gui­da­ta da Alber­to Gal­vani. Appun­ta­men­to quin­di domani sera alle 20.30 alla sala civi­ca di via Per Albisano.

Parole chiave: