Presentate a Milano le iniziative per l’80esimo della nascita. Sirmione dal 4 aprile sarà al centro del palcoscenico culturale

Un palazzo e una mostra per ricordare Maria Callas

13/03/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Con un duplice even­to la cit­tà di Sirmione si prepara a cel­e­brare, il 5 aprile prossi­mo, l’80esimo anniver­sario del­la nasci­ta di Maria Callas (1923–2003): l’intitolazione di un palaz­zo dell’Ottocento, Palaz­zo Callas, che diven­terà sede di espo­sizioni e una mostra dal tito­lo «Callas Sem­pre Callas», che resterà aper­ta fino al 2 giug­no. La mostra, come ha spie­ga­to il cura­tore e biografo del­la cele­bre sopra­no, Michele Nocera, «unisce ogget­ti e doc­u­men­ti prove­ni­en­ti da varie collezioni ital­iane e inter­nazion­ali per omag­gia­r­la pien­amente» e si arti­co­la in una sezione video (atto sec­on­do del­la «Tosca», inedi­ti e con­cer­ti di Ambur­go e Pari­gi), audio (ascolto di cele­bri arie), fotografi­ca (con immag­i­ni inedite del­la Callas come diva e come don­na), icono­grafi­ca (con gioiel­li, cos­tu­mi e altri ogget­ti che le sono appartenu­ti) e doc­u­men­taria (con let­tere inedite, scritte fino agli ulti­mi giorni di vita). L’idea di dedi­care alla «Div­ina» un palaz­zo è venu­ta al sin­da­co di Sirmione, Mau­r­izio Fer­rari: «Purtrop­po — ha ammes­so — la vil­la dove abitò con suo mar­i­to Gio­van Bat­tista Menegh­i­ni, negli anni 1954–1959, è sta­ta sud­di­visa in micro appar­ta­men­ti pri­vati, anche se l’esterno, il par­co e la pisci­na a for­ma di lago di Gar­da non sono sta­ti toc­cati. Ci vol­e­va, quin­di, un luo­go per lei». Un’iniziativa che con­tribuirà ad aumentare il già alto numero di tur­isti (4 mil­ioni e mez­zo nel 2002) e che gli è venu­ta spon­tanea con­sideran­do il legame che la Callas ave­va con la città.«Nella peniso­la cat­ul­liana — ha affer­ma­to Nocera — il cele­bre sopra­no, accan­to al mar­i­to, ha vis­su­to i suoi momen­ti più spen­sierati. Ad un ami­co, pochi giorni pri­ma del­la sua morte, con­fidò: »Ho tan­ta nos­tal­gia di Sirmione…». Alla cer­i­mo­nia inau­gu­rale, pre­vista per il 4 aprile, sarà pre­sente il vice pres­i­dente del­la Cam­era, Alfre­do Bion­di, e sarà la mad­ri­na dell’evento. Il giorno dopo, in con­comi­tan­za con l’apertura del­la mostra, sarà orga­niz­za­ta una tavola roton­da, alla quale parteciper­an­no, il tenore Fran­co Corel­li e il mez­zoso­pra­no Giuli­et­ta Simion­a­to, oltre a crit­i­ci, musi­colo­gi e foni­a­tri.

Parole chiave: