Ci sono anche i volontari del Garda fra le menzioni del premio della Pace consegnato ieri in Regione Lombardia

Un premio della Regione per i «Volontari del Garda»

24/01/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Ci sono anche i fra le men­zioni del pre­mio del­la Pace con­seg­na­to ieri in a Clementi­na Can­toni, la volon­taria milanese che per 24 giorni è rimas­ta pri­gion­iera in Afghanistan. Il riconosci­men­to è sta­to asseg­na­to anche a don Mau­ro Inzoli, pres­i­dente del Ban­co Ali­menta­re, e a padre Charles Hewawasan, par­ro­co di Matara in Sri Lan­ka per la sua opera a favore delle popo­lazioni col­pite dal­lo tsuna­mi. Accan­to ai riconosci­men­ti prin­ci­pali sono state dis­tribuite 23 par­ti­co­lari men­zioni asseg­nate a lom­bar­di ben­e­mer­i­ti e asso­ci­azioni. Una di questesono i volon­tari del Gar­da per l’attività svol­ta «a favore del­la popo­lazione del Gar­da e del­la Vallesab­bia in occa­sione dell’evento sis­mi­co che ha col­pi­to il ter­ri­to­rio» il 24 novem­bre 2004. Nell’occasione il pres­i­dente del­la Lom­bar­dia, Rober­to Formigo­ni, ha sot­to­lin­eato che «dal­la Lom­bar­dia, dall’Italia, dall’Europa — ha det­to Formigo­ni — la sper­an­za è che dalle elezioni in Palesti­na pri­ma e in Israele poi ripren­da il dial­o­go in Ter­ra Santa».

Parole chiave: