A Nago attendono da anni un sottopasso alla statale che tarda a venire. Perché?

Un semaforo, per ora

31/08/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo

Il gravis­si­mo inci­dente occor­so ad una bam­bi­na alcu­ni giorni fa men­tre attra­ver­sa­va in bici­clet­ta la statale all’al­tez­za del­l’in­cro­cio con via Stazione a Nago, por­ta nuo­va­mente alla rib­al­ta il prob­le­ma annoso del­la peri­colosità di quel cro­ce­via. La gente si chiede pre­oc­cu­pa­ta, scrive il con­sigliere comu­nale Mario Maz­zol­di del grup­po Comu­nità Nago-Tor­bole, autore di un’in­ter­rogazione sul­l’ar­go­men­to, per­ché mai non si real­izzi final­mente il prog­et­to prog­et­to del sot­topas­so che giace fer­mo in Comune. Per­ché quel­lo del­la pista cicla­bile, poco sot­to pas­so S.Giovanni, è già sta­to ulti­ma­to, men­tre questo è anco­ra sul­la car­ta? Maz­zol­di, riv­ol­gen­dosi al sin­da­co Paro­lari, chiede spie­gazioni del ritar­do di un’­opera così impor­tante per la sicurez­za di molti cen­si­ti che abi­ta nel­la zona (che in futuro diver­ran­no molti di più, viste le pre­vi­sioni di espan­sione edilizia) e sug­gerisce l’in­stal­lazione provvi­so­ria ma urgente di un semaforo che su chia­ma­ta per­me­t­ta a pedoni e ciclisti di attra­ver­sare la statale sen­za rischi.

Parole chiave: -

Commenti

commenti