La cerimonia di consegna è avvenuta ieri mattina. Il mezzo appartiene alla Polizia provinciale che l’ha offerto in comodato gratuito al 115

Una barca in più per i Vigili del fuoco

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Una nuo­va imbar­cazione in dotazione ai Vig­ili del Fuo­co va ad aggiunger­si alle altre due di stan­za a Salò e Desen­zano, andan­do così a poten­ziare la rete di soc­cor­so anti­ncen­dio pre­sente sul­la cos­ta bres­ciana del Gar­da. L’unità, pre­sen­ta­ta ieri a Desen­zano è lun­ga 11 metri e larga 3 può trasportare una deci­na di uomi­ni ed è dota­ta di ogni attrez­zatu­ra per lo speg­n­i­men­to di incen­di e di sup­por­to in altre attiv­ità. L’imbarcazione è di pro­pri­età del­la Polizia Provin­ciale che, attra­ver­so una con­ven­zione, l’ha cedu­ta in comoda­to gra­tu­ito ai Vig­ili del Fuo­co di Brescia.«Il richiede più sicurez­za per chi nav­i­ga e per chi prat­i­ca altre attiv­ità, l’arrivo del­la nuo­va unità – ha det­to il pres­i­dente del­la Provin­cia, Alber­to Cav­al­li, inter­venu­to ieri insieme all’assessore provin­ciale alla sicurez­za e polizia, Gui­do Bonomel­li – ci con­sente di pre­sidiare ancor di più un vas­to ter­ri­to­rio d’acqua».Sull’esigenza di coor­di­nar­si con le altre forze di soc­cor­so e polizia si è sof­fer­ma­to Bonomel­li il quale ha riven­di­ca­to il ruo­lo del pro­prio set­tore per «aver saputo intrec­cia­re con­tat­ti pos­i­tivi con queste realtà pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio». Da parte sua, Mar­i­ano Tusa, vice­co­man­dante dei Vig­ili del Fuo­co, ha sot­to­lin­eato che «l’attività di soc­cor­so anti­ncen­dio è coor­di­na­ta dal­la Prefet­tura e è in stret­to con­tat­to con gli altri comandi».Il numero di chia­ma­ta uni­co res­ta sem­pre il 155. A tutt’oggi, però, l’unità, una moton­ave mod­el­lo «Marchi 36», anno di fab­bri­cazione 2005, non ha un pun­to di ormeg­gio defin­i­ti­vo. Ci si augu­ra che non trascor­ra ulte­ri­ore tem­po, per­ché il grosso natante sarebbe già sta­to disponi­bile da tem­po. Comunque, i pom­pieri di Desen­zano ne han­no già uno, anche se si trat­ta di un gom­mone, adat­to ad inter­venire in oper­azioni di speg­n­i­men­to. Alla pre­sen­tazione sono inter­venu­ti anche il sin­da­co Cino Anel­li con gli asses­sori Ser­gio Paroli­ni, Diego Beda e Valenti­no Maros­ti­ca, infine la del­e­ga­ta dell’Adac di zona Rober­ta Bisoli.

Parole chiave: