Inaugurato a Palazzo Bettoni di Bogliaco «Il giardino di delizia». Domani il gran finale: obbiettivo 10 mila presenze

Una folla col pollice verde

26/04/2003 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

Pros­egue oggi (dalle 10 alle 22) e domani (dalle 10 alle 19) «Il gia­rdi­no di delizia», la mostra mer­ca­to di piante e fiori nel gia­rdi­no di Palaz­zo Bet­toni-Caz­za­go a Bogli­a­co. In vet­ri­na specie botaniche prove­ni­en­ti da svari­ate regioni d’I­talia, gra­zie alla pre­sen­za di gran­di espos­i­tori nazion­ali. Tra le 10.30 e le 18 saran­no pos­si­bili alle architet­ture del gia­rdi­no e delle vicine limon­aie, alla scop­er­ta dei seg­reti del­la sec­o­lare colti­vazione degli agru­mi, introdot­ta sul lago di Gar­da dai frati frances­cani. Ieri, nel­la gior­na­ta inau­gu­rale, il pub­bli­co è sta­to all’al­tez­za del­l’ap­pun­ta­men­to: una fol­la ha costret­to agli stra­or­di­nari i vig­ili urbani, i di Gargnano e il servizio d’or­dine, indis­pens­abile per garan­tite la rius­ci­ta del­la man­i­fes­tazione. Di questo pas­so, potrebbe essere super­a­to il tet­to delle 10 mila pre­sen­ze (lo scor­so anno oltre 9.400). Intan­to, fra gli espos­i­tori pre­sen­ti, una trenti­na, prove­ni­en­ti da tut­ta Italia, una spe­ciale giuria ha ieri asseg­na­to tre pre­mi, tenen­do in con­sid­er­azione la qual­ità delle ditte parte­ci­pan­ti, delle piante esposte, del­la sug­ges­ti­va rap­p­re­sen­tazione dei prodot­ti. «Si trat­ta di riconosci­men­ti — ha affer­ma­to Agosti­no Man­to­vani — che vogliono indi­vid­uare il mer­i­to di chi è sta­to bra­vo ad offrire immag­i­ni di piante e di fiori grade­voli, pro­fu­mate e silen­ziose. Un modo per miglio­rare e ren­dere più bel­la la vita». Una man­i­fes­tazione, ha aggiun­to il sin­da­co Mar­cel­lo Fes­ta, «di enorme por­ta­ta, che dà lus­tro a Gargnano e al Gar­da. Il futuro? Fare­mo il mas­si­mo per met­tere a dis­po­sizione strut­ture e per­son­ale. Ques­ta è un’inizia­ti­va bel­lis­si­ma e a noi spet­ta il com­pi­to di pro­muover­la in modo da miglio­rar­la». Quin­di, sono sta­ti asseg­nati i pre­mi — che por­tano il nome del con­te Car­lo Bet­toni, agronomo del ‘700 — a pari mer­i­to a tre ditte espositri­ci. Il riconosci­men­to a «Le Orten­sie di Corin­na» di Bres­cia, è anda­to per «le oltre 90 vari­età di orten­sie esposte e per la loro bellez­za. Si ricor­di che l’orten­sia è un fiore giun­to nel ‘700 dal Giap­pone e che anco­ra oggi è uti­liz­za­ta per un rito, quel­lo del the, assai sig­ni­fica­ti­vo in quel Paese». Altro pre­mio è anda­to ai «Vivai Flo­ralpe» di Varese, per «le oltre 300 vari­età di fuc­sia, una pianta antichissi­ma, che in pas­sato era pre­sente in tut­ti i gia­r­di­ni ital­iani». Chiusura con il pre­mio asseg­na­to alla Soci­età Ital­iana Pelargo­ni­um di Vigevano (Pavia). In questo caso, è emer­sa «la seria ricer­ca, molto per­son­ale e sen­ti­ta e al di fuori delle leg­gi di mer­ca­to». Tra le aziende espositri­ci ne fig­u­ra­no parec­chie attive nel Bres­ciano e, tra queste, si è ritaglia­to il suo spazio anche una scuo­la, l’Is­ti­tu­to Tec­ni­co Agrario «Pas­tori» di Bres­cia. Ma sono pre­sen­ti anche l’A­gri Coop di Bogli­a­co (pre­mi­a­ta nel 2002), l’An­ti­ca Pieve (Bedi­z­zole), l’Azien­da agri­co­la Bet­toni Caz­za­go (Caz­za­go San Mar­ti­no), Casa e Gia­rdi­no (Maner­ba), House & Gar­den (Bres­cia), Il Librac­cio (Bres­cia), l’Arte dei Fiori Pres­sati (Pas­sir­a­no), Pas­tic­ce­ria Boifa­va (Mon­tichiari), Provi­ni Azien­da Agri­co­la (Mon­tichiari), Karin Stein­bach­er (Gargnano), Vivai di Fran­ci­a­cor­ta (Rova­to), Vivaio dei Moli­ni (Lona­to). L’in­gres­so cos­ta 5 euro, 3 euro per i ragazzi tra i 7 e i 14 anni, stes­sa cifra per grup­pi di almeno 15 per­sone. Ingres­so gra­tu­ito per i bam­bi­ni fino ai 6 anni e gli ader­en­ti al . Per infor­mazioni si può tele­fonare ai numeri 0365–20347, 0365–641330, 030–3772521, 348–1023684. Sito inter­net: www.ilgiardinodidelizia.it.

Parole chiave: - -