Sabato e domenica. Nona festa dei prodotti di montagna

Una gioia per i golosi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Barbara Bertasi

Scat­ta a Spi­azzi, a due pas­si dal San­tu­ario Madon­na del­la Coro­na, la nona fes­ta dei prodot­ti di mon­tagna. Orga­niz­za­ta da pro loco e ammin­is­trazione di Capri­no e Fer­rara di Monte con il patrocinio del­la Comu­nità mon­tana, sarà inau­gu­ra­ta saba­to alle 11 e chi­ud­erà domeni­ca in tar­da ser­a­ta. Sarà sem­pre pre­sente Loret­ta Zaninel­li, pres­i­dente del­la pro loco capri­nese che tan­to ha lavo­ra­to all’evento. Già dal mat­ti­no inizier­an­no le degus­tazioni, che pros­eguiran­no per tut­to il giorno anche in caso di mal­tem­po, essendo lo spazio ris­er­va­to all’evento cop­er­to. Domeni­ca la mostra mer­ca­to apre alle 9 e vi si potran­no trovare miele, mele, funghi, tartu­fi neri del Monte Bal­do, for­mag­gi, olio del­la zona. Alle 11 i piat­ti pro­posti dai vari ris­tora­tori balden­si saran­no ben vis­i­bili sul­la grande tavola­ta prepara­ta sot­to il ten­done: i cuochi cucin­er­an­no spe­cial­ità introv­abili altrove come la del­i­ca­ta cre­ma di funghi con i cros­ti­ni, le lasag­nette, i risot­ti e i dol­ci caserec­ci sfor­nati di fres­co. Ci saran­no anche torte di castagne come quelle preparate dalle volon­tarie del­la par­roc­chia che accetter­an­no offerte da devol­vere al restau­ro del­la chiesa par­roc­chiale. Per tut­to il giorno e fino alle 20 sarà un “must” assag­gia­re la spe­cial­ità che si è con­quis­ta­ta la nom­i­na­tion di “piat­to tipi­co”, cioè gli gnoc­chet­ti con scaglie di tartu­fo nero del Bal­do e ci saran­no anche le dol­cis­sime cal­dar­roste di Spi­azzi da accom­pa­gnare con vini doc. Durante l’esposizione si potrà avere un’idea anche dell’arte baldense vis­to che si atten­dono ban­car­elle di arti­giani spe­cial­isti. Alla man­i­fes­tazione han­no col­lab­o­ra­to pure il Cor­po fore­stale del­lo Sta­to e il Grup­po mico­logi­co e pro­tezione flo­ra spon­tanea del Dopo lavoro fer­roviario (Dlf) di Verona, che han­no allesti­to una mostra sui funghi buoni.

Parole chiave: