Presentato a Sirmione il nuovo «tascabile» sulle risorse museali del Garda. Il percorso culturale proposto abbraccia tre province

Una «guida» per 22 musei

29/07/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
m.to.

Si chia­ma «I musei delle colline tra Bres­cia, Man­to­va e Verona» l’ul­ti­ma opera delle Apt del Bres­ciano e del Man­to­vano (tra poche ore scom­par­i­ran­no del tut­to per effet­to del nuo­vo riordi­no) pre­sen­ta­ta l’al­tra sera al Palaz­zo dei Con­gres­si di Sirmione. E’ un opus­co­let­to agile e ric­co di infor­mazioni su ven­tidue tra siti arche­o­logi­ci, musei stori­ci ed artis­ti­ci e case che si pos­sono vis­itare nelle tre province. Ver­rà stam­pa­to in 10 mila copie e dis­tribuito negli uffi­ci infor­mazioni, negli aero­por­ti e por­ti, nelle agen­zie di viag­gio. Con una pec­ca: il testo è solo in ital­iano. Del resto, le Aziende di Tur­is­mo stan­no per chi­ud­ere e diver­sa deci­sione non pote­va essere pre­sa. All’inizia­ti­va han­no lavo­ra­to le Apt di Bres­cia e Man­to­va ed il neona­to Con­sorzio del­la Riv­iera del Gar­da e delle Colline Moreniche. I testi sono sta­ti curati da Rober­to Den­ti, il coor­di­na­men­to e la redazione da Car­lo Zani, Francesca Faustinel­li, Mag­da Stefi­ni e Mon­i­ca Danielet­ti. L’idea venne qualche tem­po fa all’asses­sore al tur­is­mo di Desen­zano, Ade­lio Zanel­li, ed allo stes­so com­mis­sario stra­or­di­nario del­l’Apt bres­ciana, Zani di pock­et prati­ci e maneggevoli sui musei garde­sani e man­to­vani non ce n’er­a­no in cir­co­lazione. L’o­pus­co­lo con­tiene parec­chie infor­mazioni e dati inter­es­san­ti di ven­tidue musei rag­grup­pati per cat­e­go­ria: arche­o­logi­ci, stori­ci, artis­ti­ci, collezioni e case museo. La gui­da, inoltre, ha antic­i­pa­to quel­la che è l’os­satu­ra del­la legge di rifor­ma del tur­is­mo regionale, cioè la pro­mozione non solo di un ter­ri­to­rio cos­ti­tu­ito da rigi­di con­fi­ni geografi­ci, ma di un pro­prio prodot­to che ha un suo con­tenu­to ed un suo pre­ciso des­ti­natario. «I musei delle colline tra Bres­cia, Man­to­va e Verona» potrà essere uno stru­men­to di conoscen­za in più per quan­ti, dal 23 otto­bre prossi­mo in occa­sione delle stra­or­di­nar­ie mostre che apri­ran­no i bat­ten­ti a Bres­cia, desider­eran­no approf­ittare di fare un’es­cur­sione d’arte attorno al lago. Al vernissage di pre­sen­tazione c’er­a­no i due com­mis­sari di Apt, Zani per Bres­cia, e Ste­fano Pran­di­ni per Mantova.

Parole chiave: