Al via la Fiera di Puegnago

Una kermesse consacrata al lago più grande d’Italia e alle eccellenze della sua terra.

Di Luigi Del Pozzo

Pueg­na­go del Gar­da pre­sen­ta la 37ma edi­zione del­la sua Fiera. Una qual­i­fi­ca­ta vet­ri­na che andrà in sce­na per tre giorni, saba­to 31 agos­to, domeni­ca 1 e lunedì 2 set­tem­bre, nel bel paese dell’entroterra del Gar­da bres­ciano: una ker­messe con­sacra­ta al lago più grande d’Italia e alle eccel­len­ze che la sua ter­ra pro­duce, che invi­ta il pub­bli­co a far­si avvol­gere dai loro col­ori e pro­fu­mi. In un sug­ges­ti­vo ango­lo verde arroc­ca­to sopra l’azzurro del gol­fo com­pre­so tra Salò e Desen­zano, pro­prio quan­do la sta­gione esti­va las­cia i rit­mi fre­neti­ci del tur­is­mo di questi lidi…

La Fiera pro­pone il meglio delle pro­duzioni garde­sane — in prim­is l’olio Casali­va, tipi­ca vari­età di extravergine, ed il Grop­pel­lo, rosso autoctono delle dol­ci colline del­la Valtè­ne­si — e tut­to quan­to di più allet­tante la gas­trono­mia del­la zona riesce a plas­mare, ma si estende anche a con­fi­ni più ampi, a quel­li dell’intero Paese, con banchi d’as­sag­gio di una ses­san­ti­na di oli monocul­ti­var prove­ni­en­ti da molte regioni d’Italia e di una cinquan­ti­na di grappe delle 3 regioni, Lom­bar­dia, Vene­to, Trenti­no, bag­nate dal Bena­co. Si veste di fol­clore, sport e intrat­ten­i­men­ti, ma dà anche grande spazio alla cul­tura e all’in­for­mazione con due con­veg­ni impor­tan­ti, occa­sioni d’in­con­tro e pre­sen­tazioni di volu­mi di pres­ti­gio, al benessere e alla musi­ca, a con­cor­si e attribuzione di impor­tan­ti riconoscimenti…

Ad orga­niz­zare il tut­to, il Comune di Pueg­na­go guida­to da Ade­lio Zeni ed un Comi­ta­to Fiera pre­siedu­to da Sil­vano Zanel­li, anche pres­i­dente di Aipol (l’Asso­ci­azione Inter­provin­ciale Pro­dut­tori Olivi­coli Lom­bar­di) insieme a molti volon­tari del luogo.

Il per­cor­so è ormai stori­co… e patro­ci­na­to dal Min­is­tero del­lo Svilup­po Eco­nom­i­co, , Provin­cia di Bres­cia, CCIAA, Con­dife­sa Bres­cia, , Con­sorzio Lago di Gar­da Lom­bar­dia, UNAPROL Con­sorzio Olivi­co­lo Ital­iano, GAL Gar­da Valsab­bia, AIPOL, ANAG, ASSAM Marche, Coldiret­ti Bres­cia, ONAV Bres­cia, Stra­da dei Vini e dei Sapori del Gar­da, doc, Con­fra­ter­ni­ta del Grop­pel­lo, Slow Food Con­dot­ta del Garda…

La 37ma si pro­por­rà nel­la sua recente sede di pres­ti­gio — Vil­la Gàl­ni­ca, nel cuore del cen­tro stori­co, preziosa­mente ristrut­tura­ta — e tra le antiche e sug­ges­tive con­trade di Pueg­na­go all’om­bra del­l’al­ta torre sim­bo­lo del paese.

La Vil­la nei 3 giorni di Fiera ospiterà degus­tazioni di vini, oli e grappe e loro appro­fondi­men­ti, cene a tema, pre­sen­tazioni di volu­mi, pre­mi­azioni, incon­tri e convegni…

Le aziende vitivini­cole del­la zona (saba­to e lunedì dalle 18 alle 23, la domeni­ca dalle 11 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 23), pro­por­ran­no in degus­tazione, in un rap­por­to diret­to e piacev­ole con l’enonau­ta, i loro migliori frut­ti di Bac­co (l’ac­quis­to di un tick­et da 5 euro darà dirit­to ad assag­gia­re i vini di 13 aziende) e una selezione di Grop­pel­lo sarà disponi­bile in una Corte degli Assag­gi a cura del Con­sorzio Valtè­ne­si e dell’ONAV.

Accan­to ai vini, in Vil­la, gli oli: oltre 60 etichette di oro verde di più regioni ital­iane, saran­no pro­tag­o­niste di selezioni e appro­fondi­men­ti da parte dei tec­ni­ci del set­tore a cura di Assam Marche (Agen­zia Servizi Set­tore Agroal­i­menta­re delle Marche), di banchi d’as­sag­gio e degus­tazioni gui­date aperte al pub­bli­co a cura di Aipol, gra­tu­ite e su preno­tazione, mas­sag­gi ben­efi­ci a base di oli delle nos­tre terre.

Appun­ta­men­to imman­ca­bile ed esclu­si­vo, sem­pre in Vil­la, sarà quel­lo con la degus­tazione di oltre 50 Grappe e acqua­vi­ti tar­gate Gar­da, a cura del­la del­egazione ANAG di Bres­cia gui­da­ta da Mari­no Damon­ti.

I prodot­ti del­la ter­ra saran­no a Pueg­na­go pro­tag­o­nisti di due con­veg­ni tem­ati­ci di rilie­vo: il pri­mo, in aper­tu­ra del­la Fiera, saba­to 31, dal tema “Il ter­ri­to­rio e i suoi prodot­ti: strate­gie per lo svilup­po e l’occupazione”, in due ses­sioni con­tigue, riu­nirà inter­ven­ti e con­tribu­ti di autorità, esper­ti ed ammin­is­tra­tori pub­bli­ci; il sec­on­do, lunedì 2, dal tito­lo “L’impianto del­la nuo­va Pac e la polit­i­ca di svilup­po rurale. Come la trac­cia­bil­ità cam­bia il volto dell’olivicoltura di qual­ità del­la Lom­bar­dia e del Gar­da Bres­ciano”, pro­mosso da Comune, AIPOL ed UNAPROL, a chiusura del­la man­i­fes­tazione farà il pun­to sul­la rifor­ma che sostiene l’extra vergine del­la Lom­bar­dia e del Gar­da Bres­ciano. Lega­ta al con­veg­no, la 9a edi­zione del Pre­mio Inter­nazionaleOli­vo d’Oro” Natu­ra – Salute – Cul­tura siglerà di pres­ti­gio la rassegna.

Due, i Con­cor­si in Fiera: quel­lo Eno­logi­co nazionale “Grop­pel­lo”, atte­so tra i pro­dut­tori del ter­ri­to­rio che avrà la pro­pria vet­ri­na saba­to sera con le ambite pre­mi­azioni, e quel­lo del 18° “Alam­bic­co del Gar­da” a cura di ANAG, ris­er­va­to a grappe dis­til­late e prodotte nelle 3 regioni gardesane.

Due anche i pres­ti­giosi volu­mi pre­sen­tati nel­la gior­na­ta di saba­to: “Il dono di Min­er­va” cura­to dai prof.i Giuseppe Fontanaz­za, Gian­car­lo Gen­tili­ni e dall’iconologo Jacopo Man­na e “I Con­gres­si agrari dell’Istituto Bon­signori di Remedel­lo Sopra. 1901 – 1965” real­iz­za­to da mons. Anto­nio Fap­pani e padre Umber­to Sco­tuzzi.

 

A due pas­si dal cen­tro e gesti­ta da attivis­si­mi volon­tari, una “Hos­te­ria del­lo Spiedo”, al riparo di accogli­en­ti ten­sostrut­ture, sfornerà ogni sera, dalle 18 alle 23, e la domeni­ca anche a pran­zo dalle 11.30 alle 14.30, i piat­ti tipi­ci del­la cuci­na garde­sana (capofi­la, la gus­tosa abbina­ta “spiedo con polenta”).

 

A corol­lario, nei tre giorni, un con­cer­to del­la ban­da, giochi e attiv­ità sportive per i più pic­coli, intrat­ten­i­men­ti musi­cali e impor­tan­ti appun­ta­men­ti legati al fol­clore di ques­ta ter­ra: la sfi­la­ta dei car­ri del­la tradizione domeni­ca pomerig­gio e il Palio delle Bot­ti tra i Comu­ni del­la Valte­n­e­si, tradizionale gara del “far roto­lar le bot­ti” che si cor­rerà tra le tor­tu­ose vie di Pueg­na­go saba­to sera per le selezioni e domeni­ca sera per la competizione.

E, tra con­trade e luoghi sug­ges­tivi, una lun­ga fila di banchi di Cam­pagna Ami­ca di Coldiret­ti esporrà prodot­ti agroal­i­men­ta­ri prove­ni­en­ti da tut­ta la Lombardia.

 

Un insieme che dà lus­tro a due per­le, olio e vino, che siglano la pas­sione e l’alta qual­ità rag­giun­ta dai pro­dut­tori del luo­go, che con l’ambiente che li gen­era, com­ple­tano un’offerta che tro­va nel­la qual­ità il pun­to più alto di un armo­nioso equi­lib­rio. E questo, gra­zie a pic­cole e medie realtà che a Pueg­na­go, che con­ta poco più di 3000 abi­tan­ti, sono impeg­nate nel quo­tid­i­ano, con fatiche e sac­ri­fi­ci, in un lavoro preva­len­te­mente agri­co­lo che preser­va la tipic­ità del paese.

 

Sug­ges­ti­vo ed uni­co. Nei giorni di Fiera, ma non solo.

www.puegnagofiera.com