82 ragazzi delle classi prime della scuola secondaria di primo grado “C. Tarello” di Lonato hanno ricevuto un dono speciale dal loro Comune: un libretto di risparmio postale caricato di dieci euro.

Una mattinata dedicata al risparmio

31/10/2009 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Una paro­la ha scan­di­to la mat­ti­na­ta degli alun­ni lonate­si: risparmio. Ben 82 i ragazzi di pri­ma media del­la scuo­la sec­on­daria di pri­mo gra­do “C. Tarel­lo” di Lona­to del Gar­da, oggi (31 otto­bre 2009), han­no rice­vu­to in dono un libret­to di risparmio postale, con­seg­na­to per mano del sin­da­co . Cinque clas­si, una alla vol­ta, si sono avvi­cen­date davan­ti alle “autorità”, par­tendo da Mat­teo Avanzi­ni, di 1ª E, pri­mo alun­no a riti­rare il suo nuo­vo libret­to di risparmio.L’Assessorato alla Cul­tura del Comune lonatese, guida­to da Vale­rio Sil­vestri, ha pro­mosso tale prog­et­to in col­lab­o­razione con Poste Ital­iane e l’Istituto com­pren­si­vo “Ugo da Como” di Lonato.«Qualcuno vi ha spie­ga­to il sig­ni­fi­ca­to del­la paro­la risparmio?», ha chiesto ai gio­vani “stu­den­ti” la prof.ssa Fiorel­la San­gior­gi, diri­gente sco­las­ti­ca (reggente) dell’Istituto com­pren­si­vo lonatese. Sedu­ti nell’aula magna del­la loro scuo­la, pron­ti ad alzarsi per riti­rare il “dono”, i ragazzi sono sta­ti colti di sor­pre­sa dall’inaspettata doman­da. Pochi han­no saputo dare una rispos­ta. Molti han­no ascolta­to con atten­zione le parole del­la diri­gente sco­las­ti­ca, segui­te dagli inter­ven­ti dell’assessore alla Cul­tura Vale­rio Sil­vestri, del sin­da­co Mario Boc­chio e del­la diret­trice del­la Fil­iale di Bres­cia 1 di Poste Ital­iane Rossana Pecorari.«Con l’aiuto degli inseg­nan­ti, dei gen­i­tori e anche del Comune – ha spie­ga­to Fiorel­la San­gior­gi – potete impara­re a risparmi­are, ossia a met­tere da parte qualche sol­do, pian piano, per costru­ire il vostro futuro». Pro­prio pen­san­do al domani, ha con­tin­u­a­to l’assessore Vale­rio Sil­vestri, «abbi­amo scel­to voi, ragazzi pri­ma media, per­ché state inizian­do una nuo­va avven­tu­ra sco­las­ti­ca e dovete impara­re a fare delle pic­cole rin­unce, per affrontare meglio le dif­fi­coltà del futuro. I dieci euro donati a ogni alun­no dall’Amministrazione lonatese sono un seg­no sim­bol­i­co, per dimostrare che il Comune è sem­pre pre­sente, al fian­co di ogni cit­tadi­no, sin da quan­do è bambino».L’85ª “Gior­na­ta del risparmio” è cel­e­bra­ta a liv­el­lo nazionale e mon­di­ale. In par­ti­co­lare, ha sot­to­lin­eato Rossana Pec­o­rari di Poste Ital­iane, «oggi, gra­zie all’attenzione di sin­daci sen­si­bili come il dott. Mario Boc­chio, in tante altre scuole d’Italia si stan­no svol­gen­do cer­i­monie sim­ili. Anche all’Aquila, gli alun­ni ter­re­mo­tati ricev­er­an­no il medes­i­mo rega­lo. Tut­to ciò, per ricor­dare che il risparmio ha un val­ore impor­tan­tis­si­mo: è uno stile di vita fat­to di tan­ti, pic­coli gesti quo­tid­i­ani e non di un solo momen­to». Alla rius­ci­ta dell’iniziativa han­no con­tribuito anche la respon­s­abile dell’Area servizi cul­tur­ali del Comune Pao­la Laf­fran­chi­ni, la diret­trice dell’Ufficio postale lonatese Sil­vana De Pasquale nonché la diri­gente vic­aria dell’Istituto com­pren­si­vo “Ugo da Como” Marzia Gres­pan. 

Parole chiave: