Domenica di lavoro per l’Explorer club che fa appello anche alle persone di buona volontà. E i subacquei vogliono far lezione di ecologia ai bambini delle scuole

Una mattinata per pulire spiagge e fondali

10/10/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

Una mat­ti­na­ta di lavoro sot­to e sopra l’acqua per pulire i fon­dali del Gar­da e le sue spi­agge. È ques­ta l’iniziativa che il club Explor­er Sub di Verona ha orga­niz­za­to a Tor­ri per domeni­ca mat­ti­na a par­tire dalle 10, in local­ità Pun­ta Cav­al. Una man­i­fes­tazione a carat­tere ambi­en­tal­is­ti­co insom­ma, a cui dovrebbe parte­ci­pare oltre una set­tan­ti­na di per­sone, trasfor­mate per l’occasione in veri e pro­pri «spazz­i­ni» del Gar­da. «Ques­ta inizia­ti­va — ha spie­ga­to una delle orga­niz­za­tri­ci dell’iniziativa, l’istruttrice sub­ac­quea Sil­via Mombel­lo — vuole essere un momen­to in cui ci si riap­pro­pria del Gar­da e del suo ambi­ente, rip­u­len­do di tut­ti i rifiu­ti che spes­so la gente abban­dona o but­ta sulle spi­agge e nel lago. La gior­na­ta orga­niz­za­ta dal nos­tro club che, pur aven­do sedea Verona, opera a Tor­ri dal mese di aprile a quel­lo di dicem­bre, fa parte di un prog­et­to mon­di­ale del­la fon­dazione Project Aware. Lo scopo è anche e soprat­tut­to quel­lo di far conoscere meglio il ai garde­sani stes­si, e di sen­si­bi­liz­zare res­i­den­ti e tur­isti al rispet­to dei fon­dali, come del­la flo­ra e del­la fau­na lacus­tre. Solo così si può far capire quan­to dan­no si crea abban­do­nan­do in giro rifiu­ti di ogni genere». E così, domeni­ca i sub­ac­quei puli­ran­no il trat­to di cos­ta ed i fon­dali che van­no dal mon­u­men­to ai Cadu­ti fino alla Baia dei Pini e a Pun­ta Cav­al, a nord del paese. Ver­so le 13 poi, è pre­vista la rac­col­ta di quan­to ritrova­to e un rin­fres­co ad un chiosco sul­la spi­ag­gia. Nel pri­mo pomerig­gio infine, le pre­mi­azioni e la dis­tribuzione di attes­ta­ti di parte­ci­pazione all’iniziativa. «Fac­ciamo appel­lo a tut­ti quel­li che vogliono dedi­care qualche ora alla pulizia del lago, dato che arriver­e­mo fino a quat­tro-cinque metri di pro­fon­dità e quin­di anche sub­ac­quei prin­cipi­anti potran­no parte­ci­pare alla rac­col­ta . La man­i­fes­tazione dovrebbe essere il pri­mo pas­so per una sor­ta di edu­cazione ambi­en­tal­ista da portare anche nelle scuole. A par­tire pro­prio da quel­la di Tor­ri, dove abbi­amo già chiesto un appun­ta­men­to con gli inseg­nan­ti». Infine, stan­do a voci non anco­ra con­fer­mate, domeni­ca mat­ti­na alle oper­azioni di pulizia dei fon­dali dovrebbe parte­ci­pare anche l’assessore regionale ai Lavori pub­bli­ci e alla dife­sa del suo­lo Mas­si­mo Gior­get­ti, appas­sion­a­to di questo sport e quin­di piut­tosto sen­si­bile alle inizia­tive ed alle pro­poste dei club subacquei.

Parole chiave: