Le opere di Silvestrini

Una mostra da Gargnano alla Bocconi

11/05/2002 in Avvenimenti
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Gargnano

Impor­tante appun­ta­men­to artis­ti­co per la gargnanese Pao­la Sil­vestri­ni. La pit­trice, infat­ti, ha in cor­so un’e­s­po­sizione fino al prossi­mo 12 luglio all’ Boc­coni di . La mostra (in via Sar­fat­ti 25 a Milano) è aper­ta da lunedì a ven­erdì dalle ore 11 alle 16, nel­la sala ris­torante. L’or­ga­niz­zazione è del­l’Isu — Isti­tu­to per il dirit­to allo stu­dio uni­ver­si­tario — Boc­coni, in col­lab­o­razione con l’Ate­neo. Si trat­ta del­l’en­nes­i­mo suc­ces­so del­l’artista garde­sana, che ha al suo atti­vo mostre in tut­ta Italia: Raven­na, Cese­na, For­lì, Rim­i­ni, Mon­te­ca­ti­ni, Siena, Faen­za, Lugo di Raven­na, Bologna, Imo­la, Milano, Roma, Ric­cione, Cata­nia, Tori­no, Firen­ze, Alas­sio, Venezia ed all’es­tero: New York, Cana­da, Niz­za, Brux­elles. Sil­vestri­ni ha ottenu­to un buon suc­ces­so di crit­i­ca. Scrive Gior­gio Falos­si: «Fiori e pae­sag­gi che sem­bra­no usci­ti dal­la memo­ria di una incan­ta­ta . Sug­ges­tioni che Pao­la Sil­vestri­ni pro­pone per una pit­tura qua­si essen­ziale dal­la lin­ea sem­plice orga­niz­za­ta su piani pre­cisi oriz­zon­tali o ver­ti­cali». E Mari­arosa Bel­giovine: «Una dis­te­sa del col­ore che si ass­apo­ra fra incan­tati pae­sag­gi e par­ti­co­lari nature morte». Mario Por­talupi: «Da anni seguo con inter­esse la for­mazione artis­ti­ca di ques­ta pit­trice per la quale mi sem­bra che la coeren­za stilis­ti­ca del lavoro si iden­ti­fichi con la per­sona stes­sa. Coer­ente è in lei il fat­to di dipin­gere con impul­so, di non seguire mode o ten­den­ze, di osser­vare la natu­ra con pro­fon­da emozione e di cogliere cer­ti aspet­ti di ques­ta con immediatezza».

Parole chiave: -