Illustra il periodo austro-ungarico, con foto degli Alinari e di altre collezioni, e resterà aperta sino al 12 novembre. Inaugurata alla caserma Artiglieri una rassegna che ha riscosso grandi consensi all’estero

Una mostra sugli Asburgo che ha fatto il giro d’Europa

Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Un even­to impor­tante «a sot­to­lin­eare il ruo­lo stori­co di Peschiera». Così Eva di Loren­zo, con­sigliere incar­i­ca­to alla Cul­tura, ha pre­sen­ta­to la mostra «Il sec­o­lo asbur­gi­co. Fotografie di un impero 1848 — 1916» inau­gu­ra­ta ieri nel sot­totet­to del­la caser­ma Artiglieri di Por­ta Verona: oltre 200 immag­i­ni, prove­ni­en­ti in gran parte dagli archivi Ali­nari di Firen­ze e da collezioni sia ital­iane che estere, a com­porre le sette sezioni del per­cor­so indi­vid­u­a­to dal cura­tore Zef­firo Ciuf­fo­let­ti. Scat­ti che rac­con­tano di luoghi e momen­ti, sia pri­vati che pub­bli­ci, degli Asbur­go e di un impero che a suo modo antic­i­pa­va il prog­et­to di un Europa unita.«Questa mostra», ha sot­to­lin­eato infat­ti Di Loren­zo, «seg­na prob­a­bil­mente una svol­ta nel panora­ma delle nos­tre man­i­fes­tazioni, per­ché qui é il pat­ri­mo­nio architet­ton­i­co e stori­co di Peschiera a fonder­si in un tutt’uno con il mate­ri­ale espos­to». L’evento è sta­to orga­niz­za­to dal Comune di Peschiera e dal di sto­ria del­la Fratel­li Ali­nari di Firen­ze; numerosi e impor­tan­ti i patroci­ni: Pres­i­den­za del Con­siglio dei min­istri, min­is­teri degli Affari esteri, per i Beni e le Attiv­ità cul­tur­ali e per le Tele­co­mu­ni­cazioni; e Provin­cia di Verona. All’inaugurazione ha parte­ci­pa­to gran parte del­l’am­min­is­trazione comu­nale, gui­da­ta dal sin­da­co . A loro è anda­to il ringrazi­a­men­to di Pao­la De Polo, pre­sente per con­to del­la fratel­li Alinari.«Questa mostra ha gira­to l’Europa», ha spie­ga­to, «toc­can­do i luoghi degli Asbur­go; siamo dunque grati a Peschiera che l’ha volu­ta qui e che ha scel­to per l’e­s­po­sizione una sede così appro­pri­a­ta». La fotografia «non giu­di­ca ma rac­con­ta un avven­i­men­to, ritraen­do­lo per ciò che é. È ogni per­sona, poi, ad esam­inare e inter­pretare le immag­i­ni con la pro­pria sen­si­bil­ità e cultura».Sono sta­ti orga­niz­za­tori anche alcu­ni even­ti col­lat­er­ali: il 9 set­tem­bre e l’8 novem­bre sono pre­viste due con­feren­ze sul­la sto­ria mil­itare di Peschiera, tenute da Alessan­dro Alberi­ni, esper­to di sto­ria mil­itare; il 7 otto­bre sarà pre­sen­ta­to il roman­zo stori­co di Alessia Bia­si­o­lo e Rena­to Hag­man inti­to­la­to «Meti­na. Un mis­tero in Fran­ci­a­cor­ta», che si svolge in parte durante la Grande guerra.La mostra fotografi­ca sug­li Asbur­go resterà aper­ta sino al 12 novem­bre; sarà vis­itabile nei giorni di ven­erdì, saba­to e domeni­ca dalle 14.30 alle 19 e il mart­edì mat­ti­na, dalle 9 alle 12, solo su preno­tazione per grup­pi e sco­laresche. Per infor­mazioni i recapi­ti sono: 045.6402385 — 045.6400153.