Dopo quarant'anni di onesto servizio la "vecchia" funivia Malcesine - Monte Baldo cede il testimone

Una nuova primatista mondiale ci accompagnerà alla conquista del Mon

19/07/2002 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Malcesine

Dopo quar­an­t’an­ni di onesto servizio la “vec­chia” funi­via Mal­ce­sine — Monte cede il tes­ti­mone a quel­la “nuo­va”, inau­gu­ra­ta dal Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Car­lo Azeglio Ciampi.Ma più che di un “ritorno”, è meglio par­lare di un impianto total­mente nuovo.Di “vec­chio” rimane infat­ti soltan­to il trac­cia­to: due tronchi, per una lunghez­za di 4.325 m. e un dis­liv­el­lo di 1.650 m.: tut­to il resto è nuovo.Totalmente nuove sono le stazioni, dagli ele­men­ti architet­toni­ci niti­di, di grande leg­gerez­za, dove acciaio, allu­minio, vetro, leg­no e pietra nat­u­rale si fon­dono in un unicum che esalta la lumi­nosità e trasparen­za degli ambi­en­ti interni e si inserisce armo­niosa­mente nel­l’am­bi­ente esterno.La stazione a valle dispone di 200 posti auto, per la mag­gior parte inter­rati e l’ac­ces­so al piano parten­ze avviene medi­ante ascen­sori col­le­gati anche con il ter­mi­nal bus.La stazione a monte ver­rà dota­ta di tut­ta una serie di servizi che ne com­pleter­an­no la fun­zion­al­ità: bar e ris­torante, sala polifun­zionale per con­veg­ni, spazi com­mer­ciali, ter­raz­za belvedere ed altro.Ma ciò che più farà lavo­rare la fan­ta­sia è l’in­no­vazione rap­p­re­sen­ta­ta dal­la cab­i­na che, uni­ca al mon­do, ruo­ta su sé stes­sa, offren­do ai passeg­geri una visione a 360°: sem­br­erà di volare, anche se le altezze da ter­ra sono davvero mod­este per­ché le funi sono par­al­lele al pen­dio, sen­za gran­di salti e la notev­ole dif­feren­za di quo­ta tra parten­za e arri­vo viene super­a­ta con un tragit­to piut­tosto lun­go: ben 4300 m. che ver­ran­no per­cor­si in cir­ca 10 minuti.La por­ta­ta del­la funi­via sarà di 600 persone/ora e trasporterà in quo­ta anche riforn­i­men­ti, acqua, carichi pesan­ti e ingom­bran­ti, nonché le moun­tain­bike e para­pendii degli sportivi più impegnati.Di ril­e­vante impor­tan­za è poi il servizio di trasporto a valle di infor­tu­nati o per­sone bisog­nose di soccorso.Si trat­ta, quin­di, di una strut­tura che avrà una pos­i­ti­va ricadu­ta d’im­mag­ine su tutte le local­ità tur­is­tiche del .

Parole chiave: -