Alla presenza del sindaco, Arturo Sigurtà, e di esponenti del mondo politico e imprenditoriale castiglionese, è stata inaugurata in via Mattei, nell'area industriale, la nuova sede della Gr…

Una sala per videoconferenze nella nuova sede della Gr

Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

Alla pre­sen­za del sin­da­co, Arturo Sig­urtà, e di espo­nen­ti del mon­do politi­co e impren­di­to­ri­ale cas­tiglionese, è sta­ta inau­gu­ra­ta in via Mat­tei, nel­l’area indus­tri­ale, la nuo­va sede del­la Gr, azien­da di impianti elet­tri­ci e sis­te­mi auto­mati­ci di aper­tu­ra di Rober­to Gaz­zurel­li. Moti­vo di tan­to inter­esse, la real­iz­zazione di una sala per video­con­feren­ze, gra­zie alla quale si potran­no tenere riu­nioni fra Cas­tiglione e ogni parte del mon­do sen­za più bisog­no di sposta­men­ti. Chi è nel­la sede del­la Gaz­zurel­li vede e sente la con­troparte, e vicev­er­sa. L’in­au­gu­razione è sta­ta aper­ta da Gio­van­ni Acer­bi, diret­tore del­l’As­so­ci­azione pic­cole e medie imp­rese di Man­to­va, che ha ricorda­to come Gr sia sta­ta una delle ditte fon­da­tri­ci del­la stes­sa Api provin­ciale, e come la video­con­feren­za ser­va a raf­forzare la rete di con­nes­sione tra le attiv­ità pro­dut­tive. Fra l’al­tro porterà un enorme risparmio di tem­po e denaro. «Come rap­por­to tra costi e ben­efi­ci è sicu­ra­mente con­ve­niente — ha spie­ga­to Rober­to Gaz­zurel­li — In ogni caso, per venire incon­tro alle esi­gen­ze delle pic­cole e medie imp­rese del ter­ri­to­rio, abbi­amo allesti­to ques­ta sala che potrà essere affit­ta­ta dalle aziende in caso di bisog­no». «Come con­sue­tu­dine degli indus­tri­ali man­to­vani, abbi­amo real­iz­za­to la new econ­o­my con i fat­ti», ha chiu­so l’im­pren­di­tore cas­tiglionese. Il sin­da­co Sig­urtà si è com­pli­men­ta­to per la realtà pro­dut­ti­va trenten­nale di Gr, che ha 55 dipen­den­ti e 12 mil­iar­di di fat­tura­to ann­uo, e per l’idea del­la video­con­feren­za, assi­cu­ran­do il sosteg­no del­l’am­min­is­trazione comu­nale. Dopo i dis­cor­si, il par­ro­co ha benedet­to la nuo­va sede, e poi agli ospi­ti è sta­to offer­to un rin­fres­co con un brin­disi d’augurio.