L’accordo tra pubblico e privato durerà tre anni in attesa di risolvere i problemi del pubblico Gli stanziamenti per Roè Volciano slittano di dodici mesi

«Una scelta obbligata fisiatria a Barbarano»

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
e.r.

Nel con­veg­no orga­niz­za­to da Allean­za Nazionale al Grand Hotel sul nuo­vo mod­el­lo di ospedale e di assis­ten­za a rete in , la mat­ti­na­ta (che si era aper­ta con le relazioni di Loren­zo Petro­vich, Fabio Man­dri­ni e Loredana Luzzi) si è con­clusa con una tavola roton­da fra gli ammin­is­tra­tori delle aziende ospedaliere locali del­la provin­cia. L’oc­ca­sione è servi­ta per fare il pun­to sulle attiv­ità che presto saran­no por­tate a ter­mine nei nos­tri noso­co­mi o che vicev­er­sa pren­der­an­no il via nei prossi­mi mesi. Lucio Mas­tro­mat­teo ha garan­ti­to che la rimod­er­na­ta strut­tura del­l’ospedale dei bam­bi­ni, il cosid­det­to “cubo bian­co”, sarà inau­gu­ra­ta entro la fine di aprile. Allo stes­so tem­po, poiché i due terzi del­l’ospedale man­ca total­mente del com­fort delle strut­ture alberghiere — servizio ormai divenu­to essen­ziale per l’uten­za, vis­to che la qual­ità del servizio san­i­tario offer­to è indis­cutibil­mente ele­va­ta — è già in cor­so la ristrut­turazione di un’ala del­la strut­tura attra­ver­so la modal­ità del “project financ­ing”. «E’ il pri­mo esper­i­men­to asso­lu­to in Italia, spe­ri­amo che incor­ag­gi altre banche a muover­si in favore delle aziende ospedaliere loro vicine. La modal­ità è ques­ta: i pri­vati inve­stono nel­la strut­tura pub­bli­ca nel­la certez­za di ved­er­si resti­tu­iti i pro­pri sol­di con gli inter­es­si nel giro di pochi anni» ha spie­ga­to il Diret­tore Gen­erale Mas­tro­mat­teo. Altri prog­et­ti rel­a­tivi agli Spedali Civili sono l’aper­tu­ra del repar­to di immunolo­gia clin­i­ca entro la fine del­l’an­no, e gli ulte­ri­ori inves­ti­men­ti des­ti­nati all’is­ti­tu­to per la cura dei tumori che ser­vono a ricon­fer­mar­lo come cen­tro di eccel­len­za. L’azien­da ospedaliera di Desen­zano, rap­p­re­sen­ta­ta dal diret­tore ammin­is­tra­ti­vo Gian­pao­lo Bra­gan­ti­ni, ha spie­ga­to invece le ragioni del­lo sposta­men­to del repar­to riabil­i­ta­ti­vo dal­l’ospedale di Salò a Vil­la Bar­bara­no in un accor­do tra pub­bli­co e pri­va­to assai crit­i­ca­to dal­l’op­po­sizione in con­siglio regionale. Sec­on­do Bra­gan­ti­ni è sta­ta la migliore soluzione pos­si­bile ad un prob­le­ma acu­to, dato che l’uten­za si è pro­gres­si­va­mente dis­af­fezion­a­ta alla strut­tura di Salò via via dete­ri­o­ratasi. «La part­ner­ship pub­bli­co-pri­va­to dur­erà tre anni, nel­l’at­te­sa però di risol­vere i prob­le­mi del­la strut­tura pub­bli­ca, non è quin­di una del­e­ga defin­i­ti­va al pri­va­to». Allo stes­so modo Bra­gan­ti­ni ha assi­cu­ra­to che gli stanzi­a­men­ti per l’ospedale di Roè Vol­ciano non sono “spar­i­ti”, ben­sì sono sta­ti pro­cras­ti­nati al prossi­mo anno, come con­fer­ma­to dal­l’asses­sore Bor­sani e da Mas­tro­mat­teo, in atte­sa che sia pre­sen­ta­to dal­la regione un prog­et­to con­cre­to a fronte del quale ottenere dal gov­er­no il finanzi­a­men­to pre­vis­to. Nel frat­tem­po è pre­vis­to che entro giug­no, gra­zie all’impiego di risorse interne, l’ospedale di Desen­zano pro­ce­da alla cli­ma­tiz­zazione del­l’in­tera sua strut­tura, com­ple­tan­do il pro­prio adegua­men­to ai più ele­vati com­fort alberghieri.

Parole chiave: