Tradizione e specialità così ha fatto festa il quartiere Lazzaretto

Una serata

Di Luca Delpozzo
o.bar.

Una orig­i­nale inizia­ti­va di mez­za Quares­i­ma si è tenu­ta in local­ità Laz­zaret­to di Cas­tiglione delle Siviere. Un sob­bor­go a sud del paese man­to­vano che por­ta questo nome per­chè vi si rifu­gia­vano gli appes­ta­ti. Infat­ti gra­zie al Comi­ta­to di quartiere, con in tes­ta il pres­i­dente Lui­gi Bon­at­ti ed altri suoi fidi col­lab­o­ra­tori quali: Ange­lo Tagliani, Fran­co Beschi e Liv­io Ver­ità, approf­ittan­do del tradizionale “rogo del­la vec­chia” han­no volu­to pre­sentare al folto pub­bli­co inter­venu­to, prove­niente anche dai vici­ni pae­si lim­itrofi del­la nos­tra provin­cia ad esem­pio Capenedo­lo, Lona­to, Mon­tichiari, alcu­ni prodot­ti locali. Inoltre alcune ditte del luo­go quali Pata pata­tine, Ster­il Gar­da, Bar­il­la e l’Azienda agri­co­la «Laz­zaret­to» di Fran­co Beschi han­no ader­i­to alla man­i­fes­tazione pre­sen­tan­do i loro prodot­ti. E’ sta­ta una ser­a­ta par­ti­co­lare per questo quartiere che il 6 aprile vivrà un altro momen­to magi­co: in Comune ver­rà fir­ma­to l’atto per la costruzione di una chiesa con un cen­tro poli­va­lente, des­ti­nati a diventare il cuore del rione.