Salò, le majorettes aprono il Festival dedicato alle bande

Una settimana di concerti al Liceo

28/06/2002 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Salò

Sono giorni da non perdere, questi, per chi ama Salò e lo spet­ta­co­lo. Ques­ta sera a par­tire dalle 21, i gia­r­di­ni del Liceo di Salò, sul lun­go­la­go, ospit­er­an­no «La notte delle stelle»: le majorettes daran­no vita a uno spet­ta­co­lo musi­cal-core­ografi­co con twirling e pon pon. L’ingresso è libero. E domani, invece, inizierà il «Fes­ti­val delle bande» col com­p­lesso di Ter­en­to, una local­ità del­la Val Pus­te­ria, in Alto Adi­ge. Diret­to da Johann Mair­von­grasspein­ten, nel 2001 il grup­po ha vin­to a Madon­na di Campiglio il pre­mio per il miglior aspet­to fol­cloris­ti­co. L’età media dei com­po­nen­ti (trent’anni) è abbas­tan­za gio­vane. Domeni­ca toc­cherà alla ban­da San­ta Cecil­ia di Besana Bri­an­za. Cos­ti­tui­ta nel 1852, schiera ben 80 per­sone. Oltre alla sfi­la­ta e al con­cer­to serale è pre­vis­to uno spet­ta­co­lo al mat­ti­no, nelle vie e nelle piazze del cen­tro stori­co. La ban­da è già sta­ta applau­di­ta a Cal­gary (Cana­da), Lon­dra, Lugano, Mod­e­na, Venezia e Assisi. Giovedì 4 luglio sarà la vol­ta del­la Fan­fara dei bersaglieri di Bedi­z­zole, diret­ta da Aldo Bet­ti­ni, che ha vin­to il fes­ti­val inter­nazionale delle bande di San Remo sbaraglian­do i con­cor­ren­ti arrivati da Fran­cia, Bel­gio, Caraibi, Boemia, Olan­da e Sta­ti Uni­ti. Dopo il raduno del mese scor­so ad Assisi, è sta­ta invi­ta­ta in Giap­pone a rap­p­re­sentare l’Italia al Fes­ti­val del­la musi­ca di Osa­ka. Ven­erdì 5 ecco i Mar­tinitt, i ragazzi dell’orfanatrofio San Mar­ti­no di : dall’87 la direzione artis­ti­ca è affi­da­ta al mae­stro Gio­van­ni Lui­gi Fioroni. Il grup­po sta viven­do un peri­o­do d’oro, e parte­ci­pa anche a numerose trasmis­sioni tele­vi­sive. Saba­to 6 salirà sul pal­co la ban­da i Teodone e San­ta Cate­ri­na, fon­da­ta nell’84 a Bruni­co, nat­u­ral­mente nell’originale cos­tume altoatesino. Il 7 luglio chi­ud­erà le ser­ate la «Gas­paro Bertolot­ti», che por­ta il nome di uno degli inven­tori del vio­li­no e suona in casa. Tut­ti gli spet­ta­coli iniziano alle 21 nel gia­rdi­no del Liceo, pre­ce­du­ti da una para­ta sul lungolago.

Parole chiave: