La discoteca e il corpo sono al centro dell’arte

Una singolare iniziativa a Bardolino

06/07/2001 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
m.to.

L’Hol­ly­wood, il noto locale garde­sano di Bar­dolino, ha fes­teggia­to ieri tre per­son­ag­gi che han­no fat­to, a vario tito­lo, la sto­ria delle mod­erne dis­coteche. Sono Giampao­lo Mar­coni, il padrone di casa, Gian­ni Fab­bri, il patron del «Par­adiso», altro tem­po del­la dis­co-dance rim­i­nese e ital­iana, infine Cate­ri­na Mus­cia­rel­li, art direc­tor di numerosi locali not­turni tra i quali ricor­diamo solo alcu­ni fra i più famosi: il Club e il Fura. E, in occa­sione di questo trip­lice fes­tag­gia­men­to, si svolge anche la pri­ma edi­zione di «Nudo d’au­tore», ovvero come coini­u­gare arte e spet­ta­co­lo in dis­cote­ca. Durante la man­i­fes­tazione, che pros­eguirà fino a domani, un grup­po di cre­ativi dà vita a un’inedi­ta espo­sizione artis­ti­ca «Il cor­po in mostra» che li mette in luce quali per­son­ag­gi in gra­do di prog­ettare per­for­mance per il popo­lo del­la notte. La dis­cote­ca cam­bia look di con­tin­uo per attrarre mag­gior clien­tela pos­si­bile: ser­vono quin­di nuove fig­ure pro­fes­sion­ali, oltre che idee. Dalle ultime ricerche (fonte Archshowp) sono sti­mati in cir­ca 200 mila gli addet­ti al com­par­to del­l’in­trat­ten­i­men­to ital­iano, di cui oltre la metà impeg­nati in ruoli artis­ti­ci, dal dj all’an­i­ma­tore, dal­l’art direc­tor all’ad­det­to alla comu­ni­cazione, dal pierre al cos­tu­mista. E pro­prio l’Hol­ly­wood ha fat­to uffi­cial­mente nascere l’Of­fic­i­na delle Idee, una sor­ta di lab­o­ra­to­rio in gra­do di prog­ettare e real­iz­zare even­ti di ogni genere.

Parole chiave: