Il club della «Spiaggia d’oro»: un quarantennio di sport I fiori all’occhiello: le squadre di serie B1 e D e la scuola tennis

Un’annata da ricordare per i tennisti desenzanesi

13/10/2002 in Sport
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Desenzano del Garda

Ben 7500 ore di gio­co sui sei campi in ter­ra rossa (due dei quali d’inverno ven­gono cop­er­ti); una scuo­la di ten­nis per ragazzi dai 6 ai 16 anni con un centi­naio di iscrit­ti, segui­ti da pro­fes­sion­isti, una delle più fre­quen­tate del­la provin­cia (com­pre­so il capolu­o­go); un nutri­to set­tore ago­nis­ti­co che coin­volge gli under 12 e 14, serie D maschile e fem­minile, serie C e serie B1, ma parte­ci­pano con grande coin­vol­gi­men­to ed entu­si­as­mo anche gli over 35 e 45. Questo è il rispet­ta­bile cur­ricu­lum dell’Associazione Ten­nis Desen­zano Spi­ag­gia d’Oro che, con i suoi 320 soci e 40 anni di attiv­ità, è una delle più longeve del­la provin­cia. Il sodal­izio è guida­to dal nuo­vo pres­i­dente Aldo Fer­rari, suc­ce­du­to all’avvocato Andrea Palmeri­ni, che ha las­ci­a­to l’incarico per assumere quel­lo di ammin­is­tra­tore comu­nale nel­la giun­ta Pien­az­za. «Ques­ta bel­la realtà, che sta rega­lan­do grat­i­f­i­can­ti suc­ces­si, è il frut­to di un vol­ere comune che coin­volge tut­ti indis­tin­ta­mente, diri­gen­ti e soci — dice Fer­rari -, per­ché cias­cuno di noi è pro­tag­o­nista di una ges­tione mod­er­na, al pas­so coi tem­pi, dinam­i­ca, viva, aper­ta ad ogni inizia­ti­va». L’annata che sta per con­clud­er­si è sta­ta anco­ra una vol­ta ric­ca di impeg­ni e di sod­dis­fazioni per il club ten­nis­ti­co desen­zanese. A liv­el­lo orga­niz­za­ti­vo è sta­ta ospi­ta­ta una tap­pa del Cir­cuito di , tor­neo gio­vanile giun­to alla 19ª edi­zione, a cui parte­ci­pa­vano cir­ca 500 ragazzi. Desen­zano è sta­to anche sede di tap­pa del­la Cop­pa delle Scuole — set­tore gio­vanile — cui han­no parte­ci­pa­to 64 for­mazioni bres­ciane. Ha inoltre ospi­ta­to il 1° Cam­pi­ona­to europeo per nazioni ris­er­va­to agli under 12, nel quale si sono date battaglia le for­ti squadre di Inghilter­ra, Spagna e Croazia. D’estate sono state orga­niz­zate una serie di inizia­tive con ani­mazione, in cui i ragazzi veni­vano coin­volti in varie attiv­ità ludiche oltre al tan­to ama­to gio­co del ten­nis. A ques­ta man­i­fes­tazione han­no ader­i­to più di 160 ragazzi di età com­pre­sa tra i 5 e i 17 anni. La squadra di serie B1 con i suoi alfieri — Ste­fano Cheru­bi­ni, Euge­nio Kner­ich, Manuel Baz­zani, Ivan Pedrali, Luca Antoni­ni — ha sfio­ra­to la pro­mozione in serie A2 nell’ultimo spareg­gio di doppio gio­ca­to sui campi di Vicen­za. La squadra di serie D maschile ha colto invece il tito­lo regionale Uisp e si è clas­si­fi­ca­ta terza ai Cam­pi­onati ital­iani svoltisi in Puglia. Gli otto for­ti gio­ca­tori che si sono mer­i­tati la pal­ma dei migliori sono: Manuel Fer­rari, Mas­si­mo Mat­tin­zoli, Max Can­deli, Davide Isidori, Dami­ano Sag­gioro, Gian­clau­dio Pas­soni, Mar­co Bron­te­si, Gian­lu­ca Dalò. Max Can­deli ha cen­tra­to anche l’obiettivo del sin­go­lo ed è il nuo­vo cam­pi­one ital­iano di serie D indi­vid­uale. Ter­mi­na­ta la grande sta­gione esti­va, con l’inizio dell’autunno ripren­dono i cor­si di avvi­a­men­to, per­fezion­a­men­to e spe­cial­iz­zazione tenu­ti dal mae­stro Manuel Baz­zani, sot­to la direzione del mae­stro del­la Ten­nis School Emidio Rossi. L’annata è sta­ta vis­su­ta all’insegna del diver­ti­men­to e dell’allegria dai 320 soci del club, che han­no parte­ci­pa­to da pro­tag­o­nisti a tornei di sin­go­lo, doppio, doppio mis­to, aderen­do al cir­cuito del «Satel­lite ama­to­ri­ale bres­ciano». Il tor­neo Rosa, delle Torte, delle Lady, ris­er­va­to al gen­til ses­so, ha avu­to un grande suc­ces­so, ten­nis­ti­co e di sim­pa­tia. I sei campi in ter­ra rossa, sem­pre ben tenu­ti, per la gioia degli appas­sion­ati di questo nobile sport, sono gesti­ti da Nico­la Alber­ti, un pun­to di rifer­i­men­to per la Spi­ag­gia d’oro.

Parole chiave: