Montichiari decolla, Montichiari non decolla, Montichiari che sfoglia la margherita del destino

Un’avventura iniziata tre anni fa che alterna delusioni e speranze

05/12/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
w.g.

Mon­tichiari decol­la, Mon­tichiari non decol­la, Mon­tichiari che sfoglia la margheri­ta del des­ti­no. Lo vogliono far diventare uno sca­lo inter­nazionale, domani, ma oggi sten­ta a ten­er­si stret­ta una com­pag­nia aerea. L’hanno scor­so venne pianta­to in asso da ; ora se ne va, anche se uno spi­raglio res­ta aper­to, la forte Alpiea­gles che una indagine recente del­la riv­ista Altro­con­sumo col­lo­ca tra le migliore com­pag­nie per qual­ità di servizio. Il «» non attra­ver­sa uno sta­to di for­ma smagliante. A poco meno di tre anni dall’inaugurazione (mar­zo ’99) l’aeroporto bres­ciano è anco­ra alla ricer­ca di un ruo­lo autonomo. Cer­to qualche seg­nale pos­i­ti­vo si vede, ma non bas­ta in un mer­ca­to, quel­lo del trasporto aereo, che attra­ver­sa uno dei momen­ti più dif­fi­cili del­la sua sto­ria. La recente acqui­sizione degli spazi mil­i­tari da des­tinare a spazio per l’attività mer­ci va nel­la direzione gius­ta. Ma è anche vero che res­ta da sciogliere il nodo del­la cos­ti­tuzione del­la soci­età di ges­tione per Mon­tichiari, delib­er­a­ta nel­la pri­mav­era 2000 e anco­ra inap­pli­ca­ta. Un recente stu­dio dell’Irer ha delin­eato le oppor­tu­nità per l’aeroporto bres­ciano, lon­tano da cen­tri abi­tati e quin­di al riparo dalle proteste delle popo­lazioni; Provin­cia e Regione pro­prio di recente han­no approva­to una con­ven­zione per lo svilup­po di un piano d’area che rego­la­men­ti lo svilup­po del­la zona a favore dell’aeroporto, insieme ai comu­ni cir­costan­ti: Mon­tichiari, Ghe­di e Cas­tenedo­lo. Pec­ca­to che nel frat­tem­po i mat­ri­moni con le com­pag­nie aeree finis­cano male. Queste vicende non fan­no cer­to bene alle ambizioni di un aero­prto a lun­go cer­ca­to, e ora che c’è.…