Nicoletta Manestrini resta alla guida dell’associazione che raccoglie ottanta produttori gardesani

Uniti per «Vini e sapori»

04/06/2008 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Dopo un anno di pres­i­den­za pro-tem­pore, è sta­ta con­fer­ma­ta la pres­i­den­za di Nico­let­ta Manestri­ni, del Fran­toio Manestri­ni di Soiano del Lago, per i prossi­mi 3 anni, alla gui­da del­la «Stra­da dei vini e dei sapori del Garda».È un asso­ci­azione impor­tante, che rac­coglie molte delle migliori pro­duzioni tipiche del ter­ri­to­rio in un prog­et­to comune di valorizzazione.Dopo aver cop­er­to poco più di un anno di fine manda­to del pres­i­dente prece­dente, Luca For­men­ti­ni, al tim­o­ne dal 2004, ora toc­ca a Nico­let­ta Manestri­ni: è pronta a pros­eguire la mis­sione inizia­ta nel set­tem­bre 2006, con entu­si­as­mo e sup­por­t­a­ta dal con­siglio d’amministrazione recen­te­mente rin­no­va­to dall’Assemblea dei soci. Tra i nuovi con­siglieri spun­tano nomi di nuovi asso­ciati, che las­ciano ben sper­are a un’attività inten­sa e ric­ca di nuove idee.Il Con­siglio d’amministrazione è così com­pos­to: tra i vet­erani si annover­a­no i vicepres­i­den­ti Lucia Zuliani (azien­da agri­co­la Zuliani Emilio) e Luca For­men­ti­ni (Can­ti­na col­li a lago-Sel­va Capuz­za), Alessan­dro Redael­li De Zinis (del­la omon­i­ma azien­da agri­co­la) e Andrea Guet­ta (del­la «Spia d’Italia») con il ruo­lo di tesoriere; tra i nuovi elet­ti si con­tano Maria Luisa Mon­e­si (Cvl, Can­tine del­la Valte­n­e­si e del­la Lugana), Lau­ra Marsadri (Can­ti­na Marsadri), Lui­gi Negri (Azien­da La Guar­da), Simone Zuin (asses­sore al Tur­is­mo del Comune di San Felice), Pao­lo Ven­turi­ni (Fran­toio Mon­te­croce di Desen­zano), Gio­van­na Beretta (Calvi­no gus­to supremo).Con loro i nuovi asso­ciati del 2008: Gio­van­na Pran­di­ni (Can­ti­na «Per­la del Gar­da») e Mar­co Codelup­pi (Ris­torante trat­to­ria Cominel­lo). Revi­sori dei con­ti dell’associazione: Giuseppe Pasi­ni (dell’Antica corte ai Ronchi), Elvi­ra March­esin (az. Agr. Marchesini)i, Attilio Pasin (de «La Torre»), Yolan­da Fran­zoni (oste­ria «Il gril­lo par­lante») ed Ele­na Parona (azien­da agri­co­la «La Basia»).Il neo­pres­i­dente Manestri­ni, per ottimiz­zare la ges­tione delle attiv­ità, ha sud­di­vi­so i con­siglieri in grup­pi di lavori (per la sezione even­ti, relazioni con i con­sorzi e le isti­tuzioni, comu­ni­cazione) per dare spazio a nuove idee e intuizioni.«Sono lieta — dice — di essere sta­ta con­fer­ma­ta alla pres­i­den­za dell’associazione. Sig­nifi­ca che gli oltre ottan­ta soci han­no con­di­vi­so e approvano le linee di pro­mozione intrap­rese. Si sta cre­an­do una bel­la sin­er­gia e con­fidi­amo tut­ti che si con­tinui a crescere insieme, per il bene del­la pro­mozione tur­is­ti­ca e enogas­tro­nom­i­ca del­la riv­iera bresciana».

Parole chiave: