Domani la presentazione dei corsi

Università popolare Programma pronto

17/10/2003 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

Pre­sen­tazione uffi­ciale, domani alle 20,30 nel­la sala civi­ca di Palaz­zo Gel­met­ti, dell’ popo­lare per l’informazione e la for­mazione (Upif). Ad ani­mare la ser­a­ta sarà Gel­met­ti con la let­tura e la recita di noti brani di . Orga­niz­za­to dal del­e­ga­to alla cul­tura Romano Brus­co il cor­so, giun­to alla quar­ta edi­zione, prevede un ciclo di ven­ti­quat­tro con­feren­ze nell’arco di sette mesi con appun­ta­men­to fis­so il mer­coledì alle 20,45 nel­la sala con­sil­iare. Il tut­to in atte­sa di trasferire le lezioni, appe­na saran­no ter­mi­nati i lavori, nell’ex chiesa del­la Dis­ci­plina di Bor­go Garibal­di. Pro­prio la pri­ma con­feren­za in pro­gram­ma mer­coledì prossi­mo sarà ded­i­ca­ta all’ex edi­fi­cio sacro con relazione del diret­tore del­la capi­to­lare di Verona mon­sign­or Alber­to Piazzi. Sette le aree tem­atiche in pro­gram­ma a par­tire dal ter­ri­to­rio ambi­ente, reli­gione, sto­ria, civiltà, filosofia, arte, let­ter­atu­ra, med­i­c­i­na e salute. Tra gli appun­ta­men­ti da non perdere: «Incastel­la­men­ti nel ori­en­tale per il con­trol­lo del ter­ri­to­rio» (29 otto­bre), «Napoleone nel veronese: la battaglia di Riv­o­li» (14 gen­naio), «Il pen­siero di Socrate e Bud­dha» (3 feb­braio), «Pro­ces­si tec­ni­ci di mem­o­riz­zazione» (31 mar­zo). «Ormai quel­la dell’Università popo­lare è una man­i­fes­tazione tradizionale dell’inverno bar­do­linese. Un incon­tro atte­so come dimostra­no i cir­ca due­cen­to iscrit­ti», affer­ma con orgoglio Romano Brus­co. «Un numero non indif­fer­ente che lan­cia il nos­tro paese ai ver­ti­ci delle ven­tuno sezioni di cit­tà e provin­cia dell’Upif», con­tin­ua il del­e­ga­to alla cul­tura pron­to a ricor­dare alcu­ni degli avven­i­men­ti di spes­sore orga­niz­za­ti nell’ultima sta­gione esti­va dall’amministrazione comu­nale. «Pen­so ai bal­let­ti clas­si­ci e mod­erni svolti nel par­co di Vil­la Car­rara Bot­tag­i­sio, o ai con­cer­ti del lunedì nel­la sug­ges­ti­va cor­nice del­la chiesa di San Severo». Brus­co che sot­to­lin­ea come recen­te­mente durante la con­seg­na dei pre­mi del con­cor­so bien­nale nazionale di poe­sia «Grap­po­lo d’oro», sia sta­to con­seg­na­to anche il pre­mio spe­ciale «Grap­po­lo d’oro per la cul­tura». «Si trat­ta di un riconosci­men­to des­ti­na­to a quelle per­sone che si prodigano per dif­fondere, far conoscere, ed amare la cul­tura in tut­ti i suoi aspet­ti e a tut­ti i liv­el­li. Nel 2001 il pre­mio (una tar­ga in bron­zo del­lo scul­tore Ser­gio Paset­to) fu asseg­na­ta alla memo­ria di Giuseppe Fac­cin­cani, pro­mo­tore del Cena­co­lo del­la poe­sia di Verona, men­tre quest’anno l’attestato è anda­to alla pro­fes­sores­sa Alberti­na Cortese, da anni pro­motrice dei cor­si del­l’u­ni­ver­sità popolare».

Parole chiave: