Approvato il piano di opere pubbliche con interventi previsti per 11 milioni di euro

Uno «stadio» per tuttie una scuola più grande

26/02/2009 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Roberto Darra

Pareg­gia a 23 mil­ioni e 300 mila euro il bilan­cio di pre­vi­sione 2009 del Comune di Lona­to, approva­to l’altra sera dal con­siglio. Tra i prin­ci­pali stanzi­a­men­ti: il nuo­vo cen­tro sporti­vo alla Bet­to­la (ded­i­ca­to prin­ci­pal­mente al cal­cio, ma non solo) e un ulte­ri­ore ampli­a­men­to del­la nuo­va scuo­la mater­na attual­mente in costruzione.«Un bilan­cio — ha spie­ga­to il vicesin­da­co Anto­nio Rosci­oli — che tiene con­to delle pro­gres­sive riduzioni dei con­tribu­ti del­lo Sta­to, del­la volon­tà di des­tinare più risorse agli inves­ti­men­ti e pros­eguire nel­la riduzione dell’indebitamento».[FIRMA]INVESTIMENTI che per il 2009 super­eran­no dunque gli 11 mil­ioni. Le opere più sig­ni­fica­tive riguardano la scuo­la, la via­bil­ità e lo sport.In par­ti­co­lare la mater­na che si sta costru­en­do lun­go viale Roma, sarà ampli­a­ta con altre due sezioni (spese pre­viste 500 mila euro), altret­tan­to sarà l’importo per la mes­sa a nor­ma dell’immobile delle medie e 190 mila per le scuole ele­men­tari. Novità è poi la creazione di un cen­tro uni­co di cot­tura, a servizio di tutte le mense sco­las­tiche del ter­ri­to­rio, che sorg­erà a fian­co del­la mater­na di viale Roma. Cos­to: 420 mila euro.Tre mil­ioni andra­no invece per le opere des­ti­nate al Cen­tro sporti­vo che sarà real­iz­za­to tra la Bet­to­la e Fenil Nuo­vo. Servirà non solo alla squadra di cal­cio di serie D, la Fer­alpi Lona­to, attual­mente emi­gra­ta a Desen­zano per le par­tite casal­inghe, ma anche a molte altre realtà sportive lonate­si, non solo calcistiche.«Si trat­ta di un pri­mo stanzi­a­men­to dopo che nei mesi scor­si — dice Rosci­oli — abbi­amo ottenu­to le aree su cui sorg­erà. Avre­mo così campi da cal­cio omolo­gati, rug­by, ten­nis e una pisci­na. Il Comune ha fat­to la sua parte, spero che presto si unis­cano in sin­er­gia i privati».SULLA VIABILITÀ, tema assai cal­do a Lona­to, si prevede di spendere due mil­ioni e 320 mila euro per: riqual­i­fi­cazione di via XXIV Mag­gio dal biv­io del­la Bet­to­la a Sede­na, asfal­tature, seg­nalet­i­ca e manuten­zioni stra­or­di­nar­ie per Lona­to 2.Altri inter­ven­ti riguardano la rete fog­nar­ia per il Fila­toio e il tron­co S. Toma­so-Bro­de­na, per un mil­ione e mez­zo. Anche l’isola eco­log­i­ca sarà rad­doppi­a­ta in pre­vi­sione di un pos­si­bile pas­sag­gio alla rac­col­ta por­ta a por­ta (985 mila euro).Infine, 500 mila euro andran­no per inter­ven­ti sui cimiteri.Per quan­to riguar­da le imposte, non è pre­vista alcu­na vari­azione Ici, Irpef, tas­sa sporco. Sulle entrate extra­tribu­tarie è sta­ta invece cal­co­la­ta una riduzione di 700 mila euro, prin­ci­pal­mente lega­ta ad un calo dei proven­ti per vio­lazioni del codice del­la stra­da. «A cir­ca due anni dall’installazione degli autovelox — spie­ga Rosci­oli — oltre ad una dras­ti­ca riduzione degli inci­den­ti, pen­si­amo di avere anche una dimin­uzione delle sanzioni».