Oggi alle 15.30 si inaugura il nuovo anno accademico dell’Upif, l’università popolare di istruzione e formazione

Upif, Dante lezioni e concerto

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Oggi alle 15.30 si inau­gu­ra il nuo­vo anno acca­d­e­mi­co dell’Upif, l’ popo­lare di istruzione e for­mazione, e del Cen­tro scaligero stu­di dan­teschi. I pro­gram­mi han­no il patrocinio del Comune. La gior­na­ta inau­gu­rale si svol­gerà in sala Pao­lo VI, par­roc­chia di San Mar­ti­no, che da quest’anno sarà la sede delle lezioni set­ti­manali pre­viste il lunedì alle 15.30 per gli Stu­di dan­teschi e il mer­coledì, sem­pre alle 15.30, per l’Upif. L’inaugurazione del nuo­vo anno acca­d­e­mi­co, dopo il salu­to delle autorità cit­ta­dine e la pre­sen­tazione dei cor­si del nuo­vo anno acca­d­e­mi­co, sarà sug­gel­la­ta dal con­cer­to, aper­to a tut­ti , «Dal clas­si­co al jazz alla musi­ca da film» del duo Pao­lo Zampi­ni e Pri­mo Oli­va (flau­to e pianoforte). Questi gli argo­men­ti in pro­gram­ma per le let­ture dan­tesche: I can­ti intro­dut­tivi dell’Inferno; Petrar­ca e la filosofia degli antichi; L’ordinamento dell’Inferno: strut­tura fisi­ca e morale; Gli Scaligeri e il pri­mo sog­giorno di Dante a Verona; Boc­cac­cio e l’amore: il deside­rio; I pec­ca­ti di incon­ti­nen­za nell’Inferno; I miti clas­si­ci nell’Inferno dan­tesco; I vio­len­ti con­tro il prossi­mo e se stes­si, Dio e natu­ra; Dante, Petrar­ca; Boc­cac­cio: per­son­al­ità, cul­tura, con­testo stori­co; Vir­gilio nell’età di Augus­to; Male­bolge: fro­dare il prossi­mo; Dante e la cul­tura gre­ca: due modi di inten­dere il con­cet­to di pec­ca­to; Let­ture dal­la Div­ina Com­me­dia; Il pro­fe­ta e l’indovina: il can­to XX dell’Inferno; La let­tera ai pos­teri di Francesco Petrar­ca; I mosaici del­la basil­i­ca di San Mar­co a Venezia; I Mostri dell’Inferno: Geri­one; Dante e Ovidio; I gigan­ti e Lucif­ero; I Papi nell’Inferno dan­tesco; Con­dan­na e pietà per le pas­sioni umane: Francesca, Far­i­na­ta, Pier delle Vigne, Ulisse, Ugoli­no?; La reli­giosità e la quo­tid­i­an­ità nel Medio­e­vo. L’Università popo­lare di istruzione e for­mazione pro­pone, invece, un ciclo di 25 lezioni sud­di­vise per argo­men­ti; si inizierà con la let­ter­atu­ra: Bar­barani, Por­ta, Trilus­sa: tre poeti dialet­tali a con­fron­to; Lucia, la monaca di Mon­za, la madre di Cecil­ia: le donne nei Promes­si sposi; il Rinasci­men­to nell’arte e nel­la ; Ludovi­co Arios­to: let­ture scelte dall’Orlando furioso. Per la filosofia e la psi­colo­gia gli incon­tri saran­no su: Il legame frater­no; Conosci te stes­so: l’imperativo di sem­pre per aprir­si agli altri; Sant’Agostino: la via ver­so l’interiorità; Giro­lamo Fra­cas­toro: fra scien­za e filosofia; Il dram­ma di Galileo e la fon­dazione del­la scien­za mod­er­na; Le tre reli­gioni monoteiste a con­fron­to: pun­ti d’incontro e diver­gen­ze. Si pas­sa poi all’ambiente e med­i­c­i­na con i temi: Il laghet­to del Frassi­no, un’oasi felice; Cosa arri­va sul­la nos­tra tavola?; I sus­sul­ti del cuore: con­sigli utili per un viag­gio nel sis­tema cir­co­la­to­rio; Le cel­lule sta­mi­nali e le loro appli­cazioni: la sper­an­za per super­are tante malat­tie?; La salute delle nos­tre ossa, artrosi e osteo­porosi: pre­ven­zione e cura. Per la sto­ria si inizia con Gli Asbur­go, con par­ti­co­lare rifer­i­men­to a Car­lo V; La regi­na Vit­to­ria e il suo tem­po; Come erava­mo: Peschiera dal 1900 al 1950; Le gran­di civiltà a con­fron­to: Egit­to, Gre­cia e Roma. Si chi­ud­erà con arte e musi­ca: Le quat­tro sta­gioni di Vival­di: gui­da all’ascolto; Le donne puc­cini­ane: Cio-Cio-San, Tosca, Mimì e Turan­dot; Un genio vene­to nell’architettura rinasci­men­tale: Andrea Pal­la­dio; Come leg­gere l’opera di un grande pit­tore: Vecel­lio; Andrea Man­ten­ga e il Rinasci­men­to vene­to; Il mito del­la Callas. Per infor­mazioni o iscrizioni ai cor­si con­tattare le coor­di­na­tri­ci Enza Lonar­di (045.755.1096) per l’Upif e Rossana Cos­sai (045.755.1624) per gli Stu­di dan­teschi; oppure la comu­nale (045.640.0153) di mart­edì e giovedì dalle 16 alle 18. Il pro­gram­ma è con­sulta­bile anche sul sito del Comune www.peschieradelgarda.org nel­la sezione cultura.

Parole chiave: