V Edizione Itinerari Musicali di Tremosine

22/04/2001 in Manifestazioni
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Siamo giun­ti alla quin­ta edi­zione del­la nos­tra rasseg­na ed è impor­tante a questo pun­to fare una sin­te­si e riper­cor­rere quel­li che sono sta­ti i momen­ti più sig­ni­fica­tivi e le emozioni più forti.In cinque anni abbi­amo orga­niz­za­to ven­tuno con­cer­ti, stam­pa­to cinque pub­bli­cazioni di pre­sen­tazione con i pro­gram­mi, i cur­ricu­lum ed i cen­ni stori­ci rel­a­tivi alle Chiese sedi dei con­cer­ti, richi­este da bib­lioteche e isti­tuzioni cul­tur­ali, anche straniere. Sono sta­ti orga­niz­za­ti due cor­si di aggior­na­men­to per gio­vani musicisti, tenu­ti dai maestri Michele Barchi e Pao­lo Beschi, che han­no avu­to un riscon­tro ed una parte­ci­pazione supe­ri­ore alle attese.Indimenticabile è sta­to il con­cer­to di chi­tar­ra di Giulio Tam­pali­ni a Vil­la così come la per­for­mance del sopra­no Nadia Engheben a Cam­pi­one, sen­za dimen­ti­care i con­cer­ti d’organo di altissi­mo liv­el­lo nel­la Par­roc­chiale di Vesio sul­lo splen­di­do Organo del Cal­li­do. Gran­di inter­pre­tazioni ci ha sem­pre regala­to l’Ensemble Baroc­co guida­to dal Clav­icem­bal­ista Michele Barchi e dal Vio­lon­cel­lista Pao­lo Beschi aut­en­ti­ci pun­ti di rifer­i­men­to nazion­ali del genere barocco.Quest’ultima edi­zione si carat­ter­iz­za per alcune novità. Innanz­i­tut­to nel numero dei con­cer­ti che pas­sano da quat­tro a cinque, abbi­amo inoltre deciso di dedi­care un con­cer­to alla cul­tura tedesca inti­to­la­to “Il Lied roman­ti­co” il 31 luglio nel­la Chiesa Par­roc­chiale di Pieve con il sopra­no Roset­ta Crosat­ti Sil­vestri accom­pa­g­na­ta al pianoforte dal mae­stro Andrea Rosa. Abbi­amo anche cer­ca­to di dare un’impronta meno eli­taria inseren­do il con­cer­to del “Coro Mon­tor­fano”, il 9 set­tem­bre, che eseguirà brani del­la cul­tura popo­lare; inoltre, per la pri­ma vol­ta, vis­iter­e­mo l’Eremo di San Michele, l’11 agos­to, luo­go di cul­to molto ama­to dai tremosi­ne­si e dai tur­isti, restau­ra­to anche recen­te­mente gra­zie all’impegno del Grup­po di Vesio non nuo­vo a gesti di sol­i­da­ri­età e aut­en­ti­co volon­tari­a­to. A questo pun­to è doveroso ricor­dare chi ha reso pos­si­bile tut­to questo, innanz­i­tut­to un ringrazi­a­men­to va all’Amministrazione comu­nale che ha com­pre­so e sostenu­to il nos­tro prog­et­to di sti­mo­lare il tur­is­mo-cul­tur­ale a Tremo­sine, offren­do le risorse eco­nomiche nec­es­sarie, al mae­stro Cesare Maf­fei, Diret­tore Artis­ti­co, con il quale ci siamo sem­pre trovati in sin­to­nia su ogni scelta, il pro­fes­sore Enri­co Rag­gi affer­ma­to musi­col­o­go, per le preziose pre­sen­tazioni, i par­ro­ci di Tremo­sine, per la disponi­bil­ità che han­no sem­pre dimostra­to, gli ami­ci del Fon­do per l’Ambiente Ital­iano con i quali con­di­vidi­amo gli obi­et­tivi cul­tur­ali, don Gabriele Scal­mana, autore dei testi sulle Chiese e quan­ti a vari liv­el­li han­no con­tribuito al rag­giung­i­men­to dell’importante tra­guar­do del quin­to anno del­la rasseg­na “Itin­er­ari Musi­cali a Tremosine”.

Parole chiave: