Vado a scuola di Agatha Christie

27/09/2000 in Curiosità
Di Luca Delpozzo
Dr. DADA & superEva

Vado a scuo­la di Agatha Christie La scuo­la apre di pomerig­gio per diventare lab­o­ra­to­rio d’arte, stu­dio di reg­is­trazione musi­cale, pal­cosceni­co teatrale, set tele­vi­si­vo. In prat­i­ca, una palestra cre­ati­va-pro­fes­sion­ale per gli stu­den­ti delle medie supe­ri­ori a par­tire dal­l’an­no sco­las­ti­co 2000/2001, che potran­no scegliere fra cor­si di recitazione, di scrit­tura (mag­a­ri per diventare romanzieri), di musi­ca, di regia… Nel pomerig­gio quin­di sono scon­giu­rati lib­ri di testo, inter­rogazioni e lezioni tradizion­ali. L’ideatore del prog­et­to è Lui­gi Cal­cer­a­no, il noto scrit­tore di gial­li, che fra le altre cose è anche diret­tore del­l’Is­pet­tora­to per l’e­d­u­cazione fisi­ca e Sporti­va del Min­is­tero. Per ques­ta inizia­ti­va, chia­ma­ta “Scuo­la Mece­nate”, sono sta­ti stanziati quar­an­ta mil­iar­di. I cor­si sono sta­ti inti­to­lati tut­ti ad artisti: il pit­tore Andrea Ver­roc­chio per le attiv­ità artis­tiche ed espres­sive, l’at­tore napo­le­tano del­la com­me­dia del­l’arte Tiberio Fio­r­il­li per gli scam­bi cul­tur­ali tra le scuole, il ped­a­gogo Pierre De Cou­bertin per pro­muo­vere la cre­ativ­ità. E non man­cano cor­si con il nome di Isado­ra Dun­can, Bri­an Eno, Agatha Christie, Louis Arm­strong, Rober­to Rosselli­ni, Lawrence Ferlinghetti…