Grande festa sabato e domenica. Pannelli e conferenze per conoscere il progetto di recupero

Valle delle Cartiere tra cultura e musica

Di Luca Delpozzo

«La valle, il fiume, la gente». Questo il titolo della manifestazione che sabato dalle 16 alle 23, e domenica, dalle 9 alle 23, animerà la valle delle Cartiere di Toscolano Maderno, svelando ai bresciani il fascino di un luogo misterioso e suggestivo. L’iniziativa è curata dall’assessore comunale al Turismo, Fabio Cauzzi, e da tre associazioni no profit (i Volontari del Garda, Gargnano Pro Bielorussia, Altopiano), con il patrocinio di Parco alto lago, Comunità del Garda, Consorzio riviera dei limoni e Provincia.«Intendiamo – spiega Cauzzi – rendere noto il progetto di recupero in atto con la costruzione del centro di eccellenza nell’ex stabilimento di Maina Inferiore. L’opera verrà ultimata entro il 31 dicembre. Puntiamo a valorizzare gli aspetti naturalistici, ma anche quelli più specificamente storici, determinati dalle importanti testimonianze di archeologia industriale. Non solo, la manifestazione vuole creare momenti di aggregazione, all’insegna del relax e della tranquillità in un contesto davvero suggestivo».Alcune iniziative sono di carattere culturale, come l’esposizione di pannelli illustrativi relativi al progetto in corso di attuazione, le tre visite guidate in collaborazione con l’Associazione storico archeologica della Riviera (sabato alle 16, domenica alle 9 e alle 16), l’apertura del piccolo museo fino alle 22 (con ingresso gratuito), le due conferenze degli esperti (il 22 luglio, alle 18, Angelo Modina, Giorgio Merigo e Giuseppe Zordan proietteranno immagini; il mattino successivo, alle 11, l’archeologa Lisa Cervigni illustrerà le fasi di ritrovamento dei ruderi di una cartiera del Seicento).Ma non mancheranno anche altre attrazioni e momenti di intrattenimento: Sergio Bertasio con l’Acoustic Quintet (sabato alle 21 e domenica alle 14.30, in località Maffizzoli), «La Comedi» (il primo giorno alle 21, in località Vago) e «Luna gitana» (nella seconda serata) saranno i protagonisti musicali.Domenica, a mezzogiorno, si svolgerà un duello con spadone, in stile medievale. Dalle 14.30 alle 17 gara di pesca alla trota, con una sola canna (proibite quelle al carbonio). Consentito l’utilizzo di ogni tipo di esca naturale. Le iscrizioni si ricevono entro le 20.30 di domani, giovedì, contattando Ugo Civieri, Bruno Borra o Marco Bertella.Per quanto riguarda la gastronomia, si punterà sui piatti locali: lo spiedo, la polenta uta, la soppressa, il capù, il formaggio.Un tratto della valle sarà illuminato: l’ambientazione si preannuncia dunque più che mai affascinante e suggestiva. Lungo il percorso si potranno ammirare alcune esposizioni di carattere altogardesano o legate al mondo del no profit. Per tutta la durata della manifestazione sarà in funzione un bus navetta gratuito per il trasporto degli anziani e dei disabili.

Commenti

commenti