Il bilancio della Polizia locale che, con 30 agenti, garantisce la sicurezza ventiquattrore su ventiquattro da Manerba a Calvagese. Oltre 5 mila multe, quasi 100 patenti ritirate. Nudisti: 5 denunce per atti osceni

Valtenesi, più infrazioni della strada

24/01/2006 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Elena Cerqui

Per la dell’unione dei comu­ni del­la Valte­n­e­si è tem­po di bilan­ci degli inter­ven­ti real­iz­za­ti nel 2005 nei sette comu­ni nei quali prestano servizio. Si trat­ta dei comu­ni di Maner­ba dove, in via Valte­n­e­si 48, ha sede il coman­do; Moni­ga, Cal­vagese, Polpe­nazze, Pueg­na­go, San Felice e Soiano, nei quali la trenti­na di agen­ti oper­a­tivi effet­tuano anche il servizio di pat­tuglia­men­to del ter­ri­to­rio di ven­ti­quat­tro ore. Il quadro gen­erale è var­ie­ga­to, rispet­to al 2004 sono aumen­tate le infrazioni al codice stradale: nel 2005 sono sta­ti 5370. Nel cor­so del 2005 la polizia locale del­la Valte­n­e­si ha ril­e­va­to 102 inci­den­ti, di cui uno mor­tale, 50 con dan­ni alle sole cose e 51 con fer­i­ti. In questi ulti­mi sono rimaste infor­tu­nate 67 per­sone. Le paten­ti riti­rate per gui­da in sta­to d’ebbrezza sono state invece 49, 45 quelle riti­rate per altre infrazioni al codice del­la stra­da, e 51 i libret­ti riti­rati. Dod­i­ci sono le per­sone denun­ci­ate per abusi edilizi, cinque per truf­fa, ed altret­tante per lesioni a per­sone; quat­tro per uso di doc­u­men­ti fal­si, così come per vio­lazioni di domi­cilio e per immi­grazione clan­des­ti­na. Tre per­sone sono state denun­ci­ate per pos­ses­so di armi, due i veicoli rubati rin­venu­ti e due gli inter­ven­ti effet­tuati per ten­ta­to sui­cidio. Due sono anche le denunce per minac­ce con­tro la per­sona, una per fal­si­fi­cazione di targhe, un’altra per scip­po e cinque per­sone denun­ci­ate per atti osceni in luo­go pub­bli­co, frut­to del divi­eto di esi­bire qual­si­asi for­ma di nud­is­mo nel­la zona del par­co del­la Roc­ca e del Sas­so di Maner­ba, indet­to dall’amministrazione comu­nale. Un inter­ven­to per annega­men­to, uno per incen­dio doloso, una denun­cia per resisten­za e vio­len­za a pub­bli­co uffi­ciale, ed un’altra per una per­sona che si è rifi­u­ta­ta di dare le sue gen­er­al­ità. Inoltre sono state reg­is­trate 114 denunce per fur­to sem­plice con scas­so e dan­neg­gia­men­to e arrestate tre per­sone per fur­to aggra­va­to. A questi van­no aggiun­ti gli inter­ven­ti di rou­tine, come in caso di liti. «Il nos­tro lavoro è apprez­za­to da tut­ti i cit­ta­di­ni dei sette comu­ni in cui ope­ri­amo — ha dichiara­to il coman­dante Gian­fran­co Rossi — ed anche dai cit­ta­di­ni stranieri che fre­quen­tano il ter­ri­to­rio in estate. Inoltre abbi­amo un buon rap­por­to anche con le altre forze dell’ordine che oper­a­no sul ter­ri­to­rio, la e i , che sono sem­pre pron­ti a dare il loro appor­to. Durante l’estate col­la­bo­ri­amo con il coman­do di Desen­zano per il con­trol­lo sul ter­ri­to­rio, nelle zone che sap­pi­amo abi­tate da extra­co­mu­ni­tari, per accertare la pre­sen­za di even­tu­ali clan­des­ti­ni, che abbi­amo rin­venu­to. Riv­ol­giamo l’invito ai concit­ta­di­ni di con­tattar­ci per qual­si­asi eve­nien­za, siamo a loro com­ple­ta dis­po­sizione per ogni prob­le­ma». Come con­tattare la polizia locale del­la Valte­n­e­si? Ven­ti­quat­trore su 24 risponde al numero 0365–552025.

Parole chiave: -