L’attività del Consorzio delle polizie municipali. Nasce anche un servizio di assistenza per gli anziani

«Valtenesi sicura»: una scommessa vinta

17/12/2002 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Valtenesi

A pochi giorni dal­la fine dell’anno, il Con­sorzio di vig­i­lan­za che rac­coglie le polizie munic­i­pali dei sei comu­ni del­la Valte­n­e­si (il prog­et­to si chia­ma «Valte­n­e­si sicu­ra»), ovvero Maner­ba, Soiano, Polpe­nazze, Pueg­na­go, San Felice e Moni­ga, pro­pone un bilan­cio delle attiv­ità con­dotte durante l’anno e annun­cia alcune novità, sem­pre nel set­tore del­la sicurez­za. Il pres­i­dente del Con­sorzio, Enzo Dol­ci, che è anche vicesin­da­co di Moni­ga (il Comune di rifer­i­men­to per questo servizio), ricor­da innanz­i­tut­to che gli agen­ti in servizio svol­go­no preva­len­te­mente un servizio di pre­ven­zione. In par­ti­co­lare, le pat­tuglie effet­tuano con­trol­li sul­la cir­co­lazione stradale inten­si­fi­cati ogni fine set­ti­mana. L’obiettivo è nat­u­ral­mente quel­lo di fer­mare gli inci­den­ti, anche uti­liz­zan­do autovelox ed etilometro. Nell’ambito di queste mis­sioni, dall’inizio dell’anno gli agen­ti han­no con­trol­la­to 1910 veicoli e oltre 2000 per­sone, ril­e­van­do numerose infrazioni (sor­pas­si vietati, ecces­so di veloc­ità, gui­da in sta­to di ubri­achez­za) per le quali sono state riti­rate 24 paten­ti di gui­da. Il servizio «H24» (che sta per 24 ore su 24) può essere con­tat­ta­to com­po­nen­do lo 0365–552003, ed è sta­to isti­tu­ito solo quest’anno garan­ten­do fino­ra, sec­on­do i respon­s­abili, risul­tati più che sod­dis­facen­ti. La vig­i­lan­za viene svol­ta sec­on­do i det­ta­mi del pro­to­col­lo d’intesa sot­to­scrit­to dai sin­daci dei comu­ni ader­en­ti e dal prefet­to di Bres­cia, e in stret­ta col­lab­o­razione con i e con la . Ma pas­si­amo alle novità, o meglio agli aggior­na­men­ti tec­no­logi­ci. Dol­ci ricor­da l’acquisto di un defribil­la­tore semi­au­to­mati­co dato in dotazione agli agen­ti: può riv­e­lar­si utilis­si­mo, per esem­pio, in caso di inci­dente stradale. Poi, nel ten­ta­ti­vo di essere più vici­ni ai cit­ta­di­ni anziani, ver­rà isti­tu­ito un servizio ad hoc nell’eventualità di fur­ti o rap­ine: in prat­i­ca, le denunce ver­ran­no rac­colte a domi­cilio. E per fornire indi­cazioni pre­cise in mer­i­to alle cose utili da fare per tute­lar­si dai mal­in­ten­zionati di ogni genere, il Con­sorzio ha anche real­iz­za­to e dif­fu­so una sor­ta di vade­me­cum in 19 pun­ti: un decal­o­go di con­sigli utili. Nell’elenco tro­vi­amo l’installazione di porte blin­date e di sis­te­mi d’allarme, la dif­fi­den­za nei con­fron­ti di pre­sun­ti dipen­den­ti di enti e altro anco­ra. Per finire, il Con­sorzio invi­ta Ricor­date che in ogni caso la denun­cia è sem­pre a pre­sentare sem­pre una denun­cia o una seg­nalazione a fronte di illeciti reali o pre­sun­ti: un appel­lo alla col­lab­o­razione da non las­cia­re cadere nel vuoto.

Parole chiave: -