Il Comune ha riservato un capitolo del bilancio alla terza età. Innanzitutto effettuando massicci investimenti nel settore dei servizi, cominciando dai centri sociali,

Varati aiuti economici per la terza età

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Ennio Moruzzi

Aumen­tano gli anziani che vivono nel­la cap­i­tale del Gar­da e par­al­le­la­mente cresce l’attenzione dell’Amministrazione nei con­fron­ti del­la terza età. I pen­sion­ati cos­ti­tu­is­cono il 27% dei qua­si 24 mila res­i­den­ti. L’aumento costante degli anziani è da un lato col­le­ga­to all’allungamento del­la vita media e dall’altro alla capac­ità di attrazione di Desen­zano. La cit­tad­i­na, con il suo cli­ma, le sue dimen­sioni anco­ra a misura d’uomo, i suoi servizi, piace ai… gio­vani pen­sion­ati che abban­do­nano volen­tieri le metropoli. Il Comune ha ris­er­va­to un capi­to­lo del bilan­cio alla terza età. Innanz­i­tut­to effet­tuan­do mas­s­ic­ci inves­ti­men­ti nel set­tore dei servizi, com­in­cian­do dai cen­tri sociali, ma anche varan­do un piano di aiu­ti, inter­ven­ti di sosteg­no agli anziani che dispon­gono di red­di­ti bassi. Il pac­chet­to terza età, per inizia­ti­va dell’assessore ai Valenti­no Maros­ti­ca, è sta­to rive­du­to la scor­sa set­ti­mana gra­zie all’accordo fra l’Amministrazione e i sin­da­cati dei pen­sion­ati. «L’obiettivo — spie­ga il sin­da­co Felice Anel­li — è pre­venire le con­dizioni di mag­gior dis­a­gio socio-eco­nom­i­co perseguen­do una polit­i­ca di inte­grazione e di poten­zi­a­men­to dei come rispos­ta in gra­do di sod­dis­fare i bisog­ni di pen­sion­ati ed anziani». L’accordo prevede l’erogazione di con­tribu­ti, la con­ces­sione di scon­ti e agevolazioni su tick­et san­i­tari e for­ni­ture di energie elet­triche e gas, tas­sa smal­ti­men­to rifiu­ti, trasporto urbano, sil­ver card. Fa parte dell’accordo un piano riguardante la polit­i­ca abi­ta­ti­va. Innanz­i­tut­to l’intesa definisce i des­ti­natari delle agevolazioni che sono tut­ti pen­sion­ati sen­za lim­ite d’età e gli anziani con oltre 60 anni res­i­den­ti. I lim­i­ti di red­di­to sono quel­li sta­bil­i­ti dal red­dit­o­metro, defin­i­ti dal­la situ­azione eco­nom­i­ca equipara­ta. Per sta­bilire il red­di­to van­no som­mati i red­di­ti Irpef, il 20% del pat­ri­mo­nio mobil­iare, l’eventuale pos­ses­so di pat­ri­mo­nio in titoli o rispar­mi con una franchi­gia min­i­ma di 50 mil­ioni ed altri para­metri ben defin­i­ti. Sono esclusi dalle provvi­den­ze i pro­pri­etari di sec­on­da casa, i pro­pri­etari di camper, roulotte, car­a­van, autove­icoli di cilin­dra­ta supe­ri­ore a 2000 o pos­ses­sori di più autovet­ture. Ma vedi­amo in con­cre­to le agevolazioni. Ai pen­sion­ati esclusi dall’esenzione dei tick­ets e rien­tran­ti nei lim­i­ti di red­di­to pri­ma ricor­dati ver­ran­no rim­bor­sate le spese tick­ets per l’anno 2000 per le prestazione diag­nos­tiche e di lab­o­ra­to­rio effet­tuate in strut­ture pub­bliche o con­ven­zion­ate. Basterà pre­sentare al Comune l’impegnativa e la rice­vu­ta fis­cale. Ai pen­sion­ati che ne han­no dirit­to viene anche rilas­ci­a­ta un’apposita tessera san­i­taria val­i­da un anno per il rim­bor­so intero dei tick­et dei far­ma­ci in fas­cia A e B. Il Comune erogherà con­tribu­ti anche per le spese legate al con­sumo di ener­gia elet­tri­ca e gas, per per­sone che abbiano più di 65 anni di età. Il con­trib­u­to, a sec­on­da del red­di­to, non potrà essere infe­ri­ore a 250mila lire e ver­rà mag­gio­ra­to in base alla situ­azione famil­iare. Ai pen­sion­ati ed anziani ultra­ses­san­ten­ni viene con­ces­so uno scon­to del 33% sul­la tas­sa smal­ti­men­to dei rifiu­ti. L’agevolazione può arrivare in deter­mi­nati casi alla gra­tu­ità del servizio. L’abbonamento men­sile al trasporto urbano cos­ta ai pen­sion­ati la metà purché siano in pos­ses­so del­la sil­ver card, la tessera mag­net­i­ca dis­tribui­ta a cir­ca 7000 pen­sion­ati desen­zane­si, tessera che dà dirit­to anche a scon­ti e facil­i­tazioni in numerosi negozi. Infine il Comune si è impeg­na­to a real­iz­zare un’attenta polit­i­ca abi­ta­ti­va nei con­fron­ti dei pen­sion­ati da con­cretiz­zare attra­ver­so il piano di edilizia eco­nom­i­ca.

Parole chiave: